Blog

Viviana Persiani

18 Marzo Mar 2019 18 marzo 2019

Alluce valgo, una "cipolla" che fa piangere

Viene comunemente chiamata «cipolla» e, come l’ortaggio, può far piangere. L’alluce valgo, infatti, può provocare calli, dolori articolari alle ginocchia e molti altri problemi, oltre all’inestetismo del piede, non così trascurabile. Come insorge questo problema? Esiste anche per l’alluce valgo una predisposizione genetica; quindi, spesso, interessa anche i piedi giovani, anche se sono molteplici le cause secondarie che provocano questa cipolla, tanto dolorosa da compromettere anche la mobilità di adulti, come tacchi alti, forme di scarpe poco adeguate, ma anche l’artrite reumatoide. Chi ne soffre, perlopiù individui di sesso femminile, potrebbe tirare un sospiro di sollievo, grazie ad una nuova tecnica, ormai disponibile in tutta Italia, che provoca poco dolore e, soprattutto, non richiede un lungo periodo di convalescenza forzata. La PBS, acronimo di Percutaneous Bianchi System, tecnica percutanea messa a punto da Andrea Bianchi, Nicola Del Bianco, Lorenzo Fonzone, col nuovo ingresso nell’equipe di Nicola Dau, consente di risolvere tutte le patologie dell’avampiede in modo rapido e con un decorso post operatorio in piena autonomia e carico immediato. Un sogno? Stando a quello che spiega Nicola Dau, siamo di fronte ad una tecnica poco invasiva che limita il dolore e il fastidio: «Attraverso piccoli fori vengono inserite frese di dimensioni ridotte per provocare micro fratture nei punti giusti così da permettere il riallineamento delle ossa. Le fratture provocate vengono lasciate libere in modo tale che la guarigione avvenga secondo il carico reale del paziente, da subito messo in condizioni di camminare. Al termine viene praticato un bendaggio che il paziente terrà all'incirca 20 giorni». L’assenza di grosse ferite e di mezzi di sintesi, che potrebbero causare maggior dolore e provocare intolleranze e infezioni, rappresentano dei notevoli vantaggi. Inoltre, la tecnica PBS è utile anche per risolvere altre patologie dell’avampiede, come le dita a martello, la metatarsalgia e quinto metatarso varo (speculare all’alluce valgo, è il quinto dito che tende a sovrapporsi al quarto), ma anche patologie del retropiede come fascite plantare e Morbo di Haglund. Oggi è possibile richiedere l’intervento con la tecnica PBS in tutta Italia consultando l’elenco degli ambulatori sul sito www.allucevalgopbs.it. I chirurghi che si avvalgono della tecnica PBS sono diventati 14, e da qualche mese hanno iniziato ad operare anche all’IRCCS Policlinico San Donato.