Blog

Andrea Pasini

17 Marzo Mar 2019 17 marzo 2019

Almirante era un politico onesto e rispettoso perché dovrebbe rappresentare uno scandalo intitolargli una via ?

Dopo la decisione del Comune di Verona di intitolare una via a Giorgio Almirante in occasione del trentennale della sua morte, un senatore del Pd ha annunciato che presentata un'interrogazione al Ministro dell'Interno Salvini. "Almirante è stato un grande leader, un politico che avrebbe molto da insegnare anche oggi. È un esempio di coerenza, onestà e rispetto per gli avversari", ha replicato Coro Maschio, deputato del movimento politica di Giorgia Meloni e membro del Comune di Verona. La mozione che chiedeva di intitolare una via all'ex segretario del Msi, presentata da Maschio, è stata approvata con 21 voti favorevoli e 5 contrari. "Il riconoscimento della Pubblica Amministrazione, stranamente scevro da ogni commento sulla controversa figura di Almirante ha spiegato il senatore D'Arienzo rigorosamente di sinistra, suona come il riconoscimento di quelle idee razziste, esattamente il contrario di ciò che un'Istituzione democratica dovrebbe fare". "La figura di Almirante è portatrice di messaggi violenti, razzisti, divisivi e mai potrà essere riconosciuta diversamente e perennemente ricorderà gli anni dolorosi del fascismo e del nazismo mentre l'intitolazione di una strada è un atto commemorativo che si ispira all'esatto contrario. Così il Comune di Verona celebra il facciamo l’antisemitismo ed eleva ad esempio da ricordare un soggetto che la storia ha posizionato dalla parte del male" , ha continuato il senatore del Pd, come riporta TgCom24. Almirante a parte queste sterili critiche che qualche esponente di sinistra ancora oggi dopo anni dalla sua morte gli rivolge pensando di screditare il suo ricordo è stato un uomo onesto , un politico prr bene con la schiena dritta, ha sempre difeso ed onorato la sua patria e il popolo italiano es è sempre stato un grande esempio di correttezza verso i suoi avversari politici e per questo andrebbe sempre ricordato con grande rispetto.www.IlGiornale.it