Blog

Diego Martone

28 Luglio Lug 2017 28 luglio 2017

Mobilità alternativa estiva

L'estate sta entrando nel suo pieno e si registrano delle interessanti novità nelle abitudini di viaggio tra gli italiani. L'esplosione di Airbnb per soggiornare e di Blablacar  sono da considerarsi quasi dei fenomeni consolidati, in particolare tra i Millennials di tutta Europa, come pure le soluzioni aeree cui ha fatto da caposcuola Ryanair. Sotto a questi cappelli noti e in qualche caso controversi, vorrei soffermarmi su due realtà operanti nello Stivale che vanno ad aggredire questi nuovi trend sotto un punto di vista diverso, testimonianza della creatività italiana e dell'arguzia commerciale. Dopo un'attenta analisi delle riattivazioni delle polizze Rc moto, che vengono sospese durante il periodo invernale, e della diminuzione dei sinistri delle autovetture in estate (perchè restano ferme...) ha pensato di offrire ai propri sottoscrittori la possibilità di sospendere la polizza RC auto per periodi mensili. Come farlo? Prevedendo una polizza che ha un pagamento mensile (come un abbonamento simile a Netflix o Spotify per citarne due celebri) e che può essere "fermata" ogni mese in cui non si intenda utilizzare l'auto, magari perchè si va a godere delle meritate ferie con altri mezzi. Perchè continuare a pagare per coprire l'autovettura che rimane parcheggiata in un box, ha quindi pensato Prima Assicurazioni per i propri clienti? E se non disponessi di un box dove lasciare l'auto e invece volessi farla fruttare del denaro? Così han pensato in Auting dando la possibilità di noleggiare la propria autovettura per periodi più o meno lunghi. Una sorta di Airbnb delle autovetture... In Europa è una realtà già da alcuni anni sotto altre insegne, in Italia sta ancora decollando, ma i numeri di crescita sono impressionanti. La Rent Economy e la frammentazione delle unità di tempo dei contratti stanno diventano conseguenze (e cause) di nuovi mercati dinamici e potenzialmente distruttivi di mondi che fino a qualche anno fa sembravano monolitici e impermeabili alle novità introdotte dalla new economy (che ormai è diventato un termine vecchio...). Buone notizie per i consumatori, un po' meno per le rendite di posizione...