Blog

Elena Barassi

25 Novembre Nov 2017 25 novembre 2017

Remise en forme all’ombra delle Dolomiti

La prima neve imbianca le cime del Sassongher, del Sella e del Col Alt Pralongià. Un’atmosfera suggestiva che profuma di cannella e di pino mugo invade lentamente Corvara, a 1.568 m, perla del turismo invernale già dagli anni ’30. Nel cuore del piccolo borgo il Posta Zirm, aperto nel 1908 come stazione di posta da Franz Kostner, un vero e proprio pioniere del turismo dell’Alta Badia, è da subito rifugio di cocchieri, viandanti ed avventurieri, generali e soldati. Un vero simbolo dell’ospitalità in una terra sorprendentemente ricca di storia e di cultura, è il luogo perfetto per una vacanza all’insegna del benessere e della squisita ospitalità altoatesina. Solo una decina di metri separano l’hotel dall’impianto che collega Corvara al Sella Ronda e allo spettacolare circuito Dolomiti Superski. Ma tolti gli sci ci si immerge in un piccolo mondo di benessere. Unico centro italiano a proporre il metodo ideato da Sabine Wacker, la Dieta basenfasten che fornisce le basi per una sana alimentazione e, contemporaneamente, fa perdere peso, qui si pratica pure il rivoluzionario Metodo LnB, volto a debellare i dolori  (LnB Painless) e  a ridare elasticità al corpo grazie ad una incredibile ginnastica a corpo libero. E non è finita qui. Al ristorante dell’hotel è presente tutti i giorni un menu a 5 portate interamente vegan. Che si affianca, però, ad uno interamente ladino. E siccome qui il benessere degli ospiti è il valore più importante ecco la Wellness-Farm ideata seguendo i dettami Feng Shui.  5 sono gli elementi su cui si basa, o meglio 5 gli aspetti ciclici dell’energia: Fuoco, Acqua, Legno, Metallo e Terra che, con speciali trattamenti tutti a base di elementi naturali, consente di rigenerare corpo e spirito anche in un solo weekend. E per chi, come mio figlio, non rinuncia alla cucina gourmet, la Taverna è il luogo perfetto dove assaporare alcune delle più golose pizze dell’Alto Adige, sfornate dopo una lunghissima lievitazione. La base? Quinoa, farina multi cereali, ortica, spinaci, amaranto e carrube  solo per citarne alcune. La Dieta basenfasten e il Metodo LnB Attraverso la dieta basenfasten o alcalinizzante, sviluppata dalla naturopata tedesca Sabine Wacker, il corpo ritrova energia, vigore e soprattutto vitalità.  E posso assicurare che è vero, anche se solo per un weekend. Essenzialmente a base di frutta e verdura, noci, olio spremuto a freddo e calde tisane a base di zenzero ed erbe alpine, la dieta alcalina al Posta Zirm è un inno alla sana alimentazione in formato gourmet, frutto di tantissime ricerche da parte di Marisa, una delle giovani proprietarie. Che si occupa pure insieme a Helga e Franz Kostner, primi e unici trainer LnB in Italia, di praticare il Metodo Liebscher & Bracht attraverso il quale in poche sedute si ristabilisce l’equilibrio muscolo-dinamico del corpo e, di conseguenza, si alleviano i dolori dovuti a contratture muscolari, infiammazioni e irrigidimenti. Solo 12 esercizi per una sessione di LnB che però eseguiti in maniera completa garantiscono la mobilità di tutti i muscoli e di tutti gli arti del corpo. In pratica in 1 ora di esercizi tutto il mio corpo è stato sottoposto a circa 1600 allungamenti . E incredibilmente l’efficacia l’ho vista subito dalla prima sessione. In pratica ‘sentivo’ per la prima volta dei muscoli che avevo completamente dimenticato. E devo ammettere che un solo weekend è bastato per purificarmi e rimettermi in forma. (Il Pacchetto Basenfasten per 7 giorni, con consulenza di un esperto trattamenti, dieta parte da 1.458,00 euro per persona mentre quello da 3 giorni da  599,00 euro ).  Info: www.postazirm.com/it/hotel/index di Elena Barassi @elena_barassi  [gallery ids="1472,1480,1474,1473,1479,1475"]