Blog

Gabriele Villa

12 Marzo Mar 2018 12 marzo 2018

Felici di rivedere la Tigre!

Tiger Woods, secondo con 275 (70 68 67 70, -9) colpi alla pari con Patrick Reed, è andato a un passo dal successo nel Valspar Championship (PGA Tour), sul percorso del Copperhead Course (par 71) all’Innisbrook Resort di Palm Harbor in Florida. Ha vinto l’inglese Paul Casey (274 - 70 68 71 65, -10), che ha rimontato dieci posizioni con un 65 (-6), miglior score di giornata. Tiger Woods quindi, con gran piacere di chi, come me ama il golf, è tornato e ha trascinato all’entusiasmo la folla, specie quando ha regalato a sè stesso e al pubblico una speranza di playoff imbucando un putt chilometrico alla buca 17. Alla quinta apparizione dopo il suo rientro, ha chiuso replicando il 70 (-1, due birdie un bogey) del primo nel primo giro e ha completato il torneo con quattro turni sotto par, cosa che non gli accadeva dal 2013 (Northern Trust). “Continuo a migliorare - ha dichiarato Tiger, che è salito dal 388° posto al 149° nel World Ranking - e ad essere più incisivo, ma qui non sono riuscito a giocare come mi sarebbe piaciuto, tuttavia ho avuto la possibilità di vincere il torneo. Due o tre putt più fortunati e sarebbe stata un’altra storia. Mi è un po’ mancato il gioco con i ferri, non ne ho mai sentito la piena padronanza”.Questa settimana Woods tornerà in campo nell’Arnold Palmer Invitational (15-18 marzo) dove vi sarà anche Francesco Molinari.