Blog

Mario Furlan

31 Gennaio Gen 2019 31 gennaio 2019

Come aumentare l'autostima con tre semplici esercizi

[caption id="attachment_171" align="alignnone" width="258"] Il motivatore Mario Furlan[/caption] L'autostima è fondamentale per vivere bene. Se non ti stimi, non ti vuoi bene, non ti apprezzi, la tua vita sarà un inferno. Per due motivi. Primo, perché se non ti stimi, allora ti disprezzi. E’ evidente. E se ti disprezzi non puoi essere soddisfatto di te. Secondo, perché se non ti stimi tu, nemmeno gli altri potranno stimarti. Sei tu a dare agli altri l’imbeccata su come comportarsi con te. Se ti vuoi bene e ti valuti positivamente, è molto probabile che loro faranno lo stesso. Ma se tu sei il primo a non credere in te stesso, a svalutarti, a denigrarti, come potranno loro comportarsi diversamente con te? L’autostima è sana. E ben diversa dall’egocentrismo. Chi si stima non si sente superiore agli altri: è contento di sé stesso. Chi, invece, è egoico, li guarda dall’alto in basso. Come faceva il Marchese del Grillo. Noto per la sua storica frase: Io sono io, e voi non siete un cazzo. E come fa Donald Trump, che sostiene di meritare il massimo dei voti in tutto ciò che ha fatto. O è un genio straordinario, o è un altrettanto straordinario pallone gonfiato. A te la scelta. Come accrescere l’autostima: 3 consigli Ecco, dunque, i miei tre semplici consigli per aumentare l’autostima. Mi capita spesso di citarli durante i miei corsi di motivazione e autostima: perché funzionano. 1) Parla in positivo Le parole hanno una fortissima influenza su di noi. Racchiudono emozioni: infatti può bastare una parola offensiva per farti arrabbiare, o una dolce per farti sciogliere. Se ti ripeti parole come Che disastro, Fa schifo (o faccio schifo), Non ci riesco, Ci mancava solo questa, come prevedi di sentirti? I problemi ci sono. Fanno parte della vita. Ma quando li affronti, occhio a cosa dici. E, soprattutto, a cosa ti dici. A forza di ripeterti frasi negative, ti sentirai uno straccio. Garantito al limone! Mentre se ripeti, come un mantra, parole incoraggianti, la tua autostima non può che aumentare. 2) Trova i tuoi punti di forza Sei scarso in matematica? Probabilmente sei bravo in un’altra materia! A scuola ero terribile nelle materie scientifiche. E bravino in quelle umanistiche. Oggi me la cavo come formatore, scrittore e coach: ho ricevuto il riconoscimento come “miglior life coach italiano del 2018”. E credo di non essere male come leader dei City Angels. Ma non farmi seguire la contabilità o l’amministrazione: ti farei fallire l’azienda, e finire davanti a un giudice, in pochi giorni! Le persone con una buona autostima si accettano così come sono. Con i loro limiti. Li vedono, ma non vedono solo quelli. Si apprezzano per le loro doti. E le valorizzano! 3) Accetta i tuoi errori Sbagli. Tutti i giorni. Come me. Sbagli. Ma non sei sbagliato. Sei solo un essere umano. Accetta i tuoi errori. Impara da loro, per non ripeterli. O almeno per non ripeterli troppo spesso. E fatti i complimenti ogni volta che migliori, che fai un passo avanti. Nota gli sbagli. Ma anche i progressi. Altrimenti… sarebbe un grave sbaglio! Segui questi tre suggerimenti, e la tua autostima aumenterà. Lo so, perché migliaia di persone che hanno seguito i miei corsi di autostima mi hanno detto che funzionano. Ma lo so soprattutto perché hanno funzionato con me!