Blog

Antonio Ruzzo

13 Ottobre Ott 2018 13 ottobre 2018

Smabike, pedalare per dare un senso alla vita

Dare un senso allo sport, al movimento, all'andare in bici. Oltre la vittoria, oltre i risultati, oltre oltre i numeri, i tempi e oltre ogni cosa. Dare un senso allo sport e al pedalare insieme anche per chi a volte non può. Con questa filosofia domattina pedaleranno sui Navigli tutti i partecipanti a «Smabike», una giornata in cui sono invitate le famiglie, amici e parenti di bambini affetti da atrofia muscolare spinale (SMA) per una una pedalata tutti insieme lungo il Naviglio Pavese con l'obiettivo di raggiungere la Certosa di Pavia e poter godere di una visita speciale del monumento storico.  Il Sapre, Settore Abilitazione Precoce Genitori all'interno della Unità Operativa di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza in forza presso la Fondazione Irccs Ca' Granda, Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, è un servizio che lavora con i genitori di bambini affetti da malattie neuromuscolari e metaboliche gravi con lo scopo di sviluppare, saper gestire e mantenere le conoscenze e le competenze per svolgere il proprio ruolo in modo pro-attivo, favorendo il miglioramento della qualità di vita. «Visto il successo delle nostre proposte e il riscontro positivo della famiglie- spiegano gli organizzatori di Smabike- anche quest'anno abbiamo pensato di organizzare la seconda edizione di questa pedalata. L'iniziativa ha l'obiettivo di rafforzare i genitori, le famiglie e le figure di riferimento dei nostri bambini sulle possibilità che hanno di vivere con qualità nonostante la malattia». «Abbiamo imparato, dall'esperienza e dalla forza dei nostri genitori, che c'è sempre un modo per fare le cose- continuano- anche in un modo nuovo e diverso, in grado di farci sentire bene e pronti ad affrontare nuove sfide» La Smabike sarà un'occasione per rinforzare le conoscenze, le amicizie e lo stare insieme, respirando aria pulita e fresca e, perché no, per fare anche un po' di attività fisica che aiuta il benessere e il buon umore. Saranno circa 45km da pedalare tutti per la Sma in allegria. «Vogliamo creare una carovana di famiglie e amici per ricordare e ricordarci che #sipuòfare». L'evento viene organizzato in collaborazione con l' Unità Operativa Neurologia dello Sviluppo dell'Istituto Neurologico Carlo Besta e Fridabik.