Blog

Orlando Sacchelli

30 Settembre Set 2017 16 giorni fa

Il generale stronca il razzismo

Parole molto dure, che lasciano il segno, quelle pronunciate dal generale Jay Silveria, comandante della United States Air Force Academy del Colorado. L'alto ufficiale ha convocato tutti gli allievi dell'accademia per condannare alcune frasi razziste apparse sulle bacheche degli alloggi. "Se non siete capaci di trattare qualcuno con dignità e rispetto, allora ve ne dovete andare. Se non siete capaci di trattare una persona di un altro genere, che sia uomo o donna, con dignità e rispetto, allora ve ne dovete andare. Se umiliate qualcuno in qualsiasi modo, allora ve ne dovete andare. E se non siete capaci di trattare una persona di un’altra etnia, o con un colore diverso della pelle, con dignità e rispetto, allora ve ne dovete andare". Il generale ha promesso di usare il pugno di ferro per stroncare ogni forma di intolleranza: "Non c’è posto per il razzismo nella nostra aviazione, nella maniera più assoluta. L’ho già detto: l’area della dignità e del rispetto è la mia linea rossa. Fatemi essere chiaro, non succederà che possa essere superata senza che ci siano significative ripercussioni". Il generale ha chiesto agli allievi di tirare fuori il telefono e di registrare il suo discorso: "Dovete salvare queste parole, utilizzarle, ricordarle, condividerle e ne dovete parlare". Ce l'aveva soprattutto copn chi ha scritto questa frase, "vai a casa negro", scritta sulla porta del dormitorio di 5 cadetti di colore. "Se vi sentite oltraggiati da queste parole allora siete nel posto giusto quel tipo di comportamento non trova posto nell’aviazione degli Stati Uniti. Dovreste sentirvi oltraggiati non solo come militari dell’aviazione ma anche come esseri umani. Sarebbe naive pensare che non si debba discutere di queste cosa saremmo sordi se non cogliessimo quello che sta succedendo nel nostro Paese: cose come Charlottesville e Ferguson, le proteste alla Nfl". [youtube WfjZ1otkS3o]