Blog

Alberto Giannoni

6 Luglio Lug 2017 19 giorni fa

Via Padova, la galleria della paura

Il Consiglio municipale ha approvato una mozione che dichiara la alta pericolosità di uno dei punti critici di via Padova, la galleria dell'ex Zodiaco, e ne chiede la messa in sicurezza. Lo Zodiaco era un cinema, ormai in disuso. Il passaggio pedonale, che da via Padova dà su via Paruta 38, è diventato un'area molto critica, utile alle attività di spaccio che da tempo vengono segnalate da residenti e cittadini. Non sono mancate aggressioni e tentativi di stupro, come ricorda il presidente della commissione Sicurezza Riccardo Truppo, (Fratelli d'Italia) che col consigliere Marco Pizzi (Forza Italia), dopo un percorso di approfondimenti e confronti ha presentato una mozione sul caso Ex Zodiaco. Truppo ha deciso di far presente con forza, al Comune, la necessità di un intervento, considerato importante e considerato tale anche dalla Polizia locale, dai cittadini e dagli amministratori di condominio. Un intervento rapido e con fondi  fondi del Comune, "per risolvere - spiega - un problema che va avanti da anni, per un'area che è stata teatro per anni di atti criminali quotidiani, violenza e segnalazioni continue degli abitanti. Purtroppo le forze politiche di opposizione non hanno voluto seguirci in questo atto amministrativo ritenendolo "poca cosa", ma per noi invece sarà uno strumento utile per i cittadini per richiamare il Comune alle sue responsabilità, al dispiegamento di forze necessarie e all'intervento urbanistico con la predisposizione di cancellate". "Incontreremo presto i cittadini per presentare il testo approvato e per continuare il percorso di tutela del territorio e di via Padova" annuncia Truppo. La mozione, oltre a richiamare il Regolamento dei municipi approvato dal Consiglio comunale nel 2016, si basa sull'articolo 12 del Regolamento edilizio del Comune, che prevede interventi dell'ente pubblico anche in area privata. "Da anni cittadini - si legge - residenti e organi comunali rilevano l'increscioso stato in cui versa la galleria", "dall'inizio anche della presente consiliatura, sono pervenute numerose segnalazioni di cittadini che rappresentano episodi quotidiani di spaccio, prostituzione e più in generale attività criminali che comportano rischio per i residenti dei condomini che hanno il proprio ingresso a metà della galleria stessa e non solo".  La mozione prende atto di una situazione in cui "il contingente limitato delle forze dell'ordine non può offrire un presidio costante dell'area e una delle poche soluzioni possibili e utili sarebbe la chiusura della galleria con cancellate a tutta altezza che portino gli ingressi condominiali a retrocedere sino alla pubblica via – con ingressi in via Padova e via Paruta - al fine di prevenire ulteriori rischi per la cittadinanza e per i passanti". Con l'approvazione di questa mozione, il Consiglio municipale chiede alla giunta "di intervenire con fondi propri al fine di mettere in sicurezza la suddetta area e al fine di installare cancellate a tutta altezza che chiudano l'accesso della Galleria", invitando i condomini e gli amministratori interessati, "a collaborare nelle spese esclusivamente per lo spostamento delle relative citofoniere".