Blog

Antonello Angelini

28 Gennaio Gen 2018 27 giorni fa

Alberto Bagnai candidato Lega? bello schiaffo alla sinistra.

La notizia più interessante dell' ultimo mese per i sovranisti è senz' altro la candidatura di Alberto Bagnai nella Lega di Salvini. Sottolineo di Salvini perchè in qualsiasi altra Lega passata, sarebbe stata una cosa improponibile ed impossibile. Innanzitutto perchè non è più Lega NORD, ma un partito ormai non più territoriale , nel quale sono rimasti alcuni rappresentanti del " celodurismo" e del " Roma ladrona la Lega non perdona" , ma destinati ad essere minoranza se non ad uscire come alcuni hanno già fatto. La Lega di Salvini si è proposta come il vero partito sovranista italiano, molto più di Fratelli d' Italia, ancora titubante su alcuni temi . Ma soprattutto fratelli d' Italia non ha avuto quell' atteggiamento     " inclusivo" che  a mio avviso avrebbe potuto dare un' ulteriore spinta ai sondaggi già ottimi. Un altro partito sovranista è Casapound, destinato almeno  per un po' ancora all' isolamento. L' ultimo baluardo di difesa del popolo a sinistra invece è Marco Rizzo. Un vero comunista. La accettazione di Alberto Bagnai della candidatura offerta da Salvini è stata vissuta dalla sinistra molto male ad esclusione di Fassina ed invece molto positivamente da tutta l' area di centro destra. E' incredibile come un uomo di sinistra come il Prof. Bagnai possa essere diventato l' idolo delle masse di centro destra , per il solo fatto di aver parlato di argomenti che avrebbero dovuto essere di sinistra per storia e target. MA da quando il PD si è alleato con i poteri forti (alleato non sarebbe la parola giusta ma sorvoliamo) , e si è sottoposto alla dittatura UE senza diritto di parola, il sovranismo , la difesa dei confini, dei valori nazionali ha avuto posto solo nel centro destra , seppur con differenti sfumature. Troppo timidi a sinistra i Cuperlo e i Fassina. Senza numeri e quindi inconcludenti. A  sinistra invece ci sono state reazioni isteriche da parte di alcuni , che non si sono resi conto che proprio il fatto di ignorare le istanze di Bagnai hanno portato lo stesso nelle braccia della Lega. Lo stesso Bagnai ha detto " Salvini è l' unico che ha ascoltato con serietà e capito le mie tesi". La Lega potrebbe essere quel partito che , finito Berlusconi (si, che ci crediate o no ,  prima o poi accadrà per raggiunti limiti di età) lancerà una OPA su Forza Italia e diventerà così il partito di centrodestra. Per fare questo però Salvini dovrà avere in mano davvero il partito e immettere forze diverse dai militanti puri. Ad oggi salvo alcune eccezioni , Matteo Salvini ha seguito la strada della militanza. Vedremo se in questo sbagliando o no. Da una parte maggiore fedeltà , ma dall' altra differenti sarebbero immagine e competenze. Abbiamo criticato tanto i pentastellati per aver mandato in parlamento dei peones senza esperienza.... Tornando ad Alberto Bagnai , lui è molto utile alal Lega per svariate ragioni: 1) certifica all' elettorato che la Lega davvero ha come nemico l' euro e la UE , e come obbiettivo la riforma completa o l' uscita dall' euro. 2) Serve a Salvini a far vedere che la Lega non candida solo i leghisti , anche se questa operazione avrebbe potuto farla davvero  più ampia. 3) Molla  uno schiaffo alla sinistra che vede un intellettuale economista di spicco abbracciare un altra parte politica APRENDO LA STRADA ad altri in futuro forse. 4) Mette a disposizione della Lega e di Salvini alcune COMPETENZE che altrimenti mancherebbero completamente (ad esclusione di Claudio Borghi che però non può fare tutto da solo). Competenze che potrebbero venire utili sia nel caso che la Lega vada al governo (cosa che ancora non ho capito se Salvini voglia davvero o no) , sia in caso di implosione dell' area EURO . In questo ultimo caso si dovrà fare un governo di unità nazionale e serviranno persone competenti , non quelle che prevedevano sul Corsera che la crisi Lehman-Subprime NON si sarebbe propagata.  Ovviamente avete tutti chiaro di chi sto parlando. 5) All' interno della Lega far aumentare la coscienza dei colonnelli ma anche della base ,  che il nemico dell' Italia e delle sue industrie  non è al SUD ma al Nord. A Bruxelles, a Francoforte, a Strasburgo . Nelle stanza dei bottoni dove ogni 3x2 si decide di distruggere o far svendere un settore italiano. E che la difesa da questo è nella Costituzione. Italiana non della Padania.  Lavoro iniziato egregiamente da Claudio Borghi che deve essere completato. 6) mandare in TV anche Bagnai nelle tribune politiche toglie alla Lega molti problemi. E' inutile che li elenchi. Dalle false accuse di razzismo, di omofobia , fascismo e tutte le altre balle usate " ad arte" per portare la discussione fuori dai veri temi che invece imbarazzano il PD. 7) con Bagnai la Lega potrebbe attrarre anche qualche voto pentastellato. Ora che i 5 stelle si sono rivelati come europeisti (noi lo avevamo già capito molto tempo fa). Grillo nel frattempo si è separato dal M5S. Hanno litigato per questioni di soldi e contenuti. Questo non rafforza i 5 stelle. Vedremo quanto perderanno in termini di consenso. Per ora buon lavoro ad Alberto Bagnai , futuro membro del parlamento.