Blog

Antonello Angelini

4 Agosto Ago 2017 04 agosto 2017

Lo scenario è cambiato cari Gentiloni, Renzi, Boldrini e Mattarella.

.   Lo scenario è cambiato cari Piddini. Come è cambiato lo scenario , la visione generale,  nel giro di pochi mesi  !!!!  Solo alcuni  mesi fa l’ immagine era questa: poveri rifugiati che scappano dalla guerra e pur di arrivare in un paese dove non c’ è violenza , affrontano i rischi di un viaggio pericolosissimo , su gommoni o barche semidistrutte pur di scappare dalla guerra o dalla persecuzione . L’ Italia deve fare la sua parte accogliendo gli esuli da tali  guerre. Il Mainstream mediatico ci propinava questa favoletta oltre alle tante favolette di Assad cattivone che usava armi chimiche e Usa buoni che combattevano ISIS. La Russia e Putin erano ovviamente i cattivoni alleati di Assad il dittatore crudele che usava armi chimiche e forni crematori (fake news). In Europa Orban il razzista, xenofobo, innalzatore di muri. Passano una dozzina di mesi,  forse qualcuno in più,  e lo scenario ormai per il mainstram PIDDINO è cambiato irreversibilmente. Direi raggelante se fossi  un dirigente del PD. Innanzitutto si è scoperto che il 90% dei migranti non fugge da nessuna guerra ma sono solo migranti economici e climatici. Sono per la maggior parte maschi e anche fisicamente a posto, non le pance gonfie di nulla che si possono vedere in Africa nei filmati che tanta pena ci fanno. Ci raccontano degli esperti che vengono anche da strati della società medio buoni, visto che hanno potuto racimolare qualche migliaio di euro in famiglia o in prestito . Soldi dati ai trafficanti di umani ovviamente. Non è vero che le navi ONG  salvino gente in prossimita delle coste italiane  o in alto mare, bensì a poche centinaia di metri dalle coste libiche. E nemmeno nel canale di Sicilia.  Ci sono fotografie nelle quali di vede la costa bassa libica mantre vengono tratti “ in salvo i migranti” . I satelliti ci hanno fatto sapere la posizione delle navi delle ONG . Sono posizionate a poche miglia dalla Libia così da incentivare le partenze (ovviamente). Poi ulteriori e recentissime indagini ci hanno fato scoprire che... “I soccorsi venivano concordati al telefono con i trafficanti libici” L’operatrice del team di Iuventa intercettata: “La missione parte a mezzanotte” (La Stampa) L’ Italia non difende i propri confini anzi, favorisce l’ arrivo di migliaia di persone in cerca di lavoro (forse) in un paese ad altissima disoccupazione. Quando Gentiloni il nostro premier dal pugno di ferro succeduto ad altri del genere (Letta , Renzi ) ha tentato di dire qualcosa sulla operazione TRITON , l’ Europa dei nostri fratelli (mica concorrenti) ci ha fatto sapere che : "Triton è un'operazione che esiste in accordo con le autorità italiane", hanno sottolineato dalla capitale belga. E soprattutto, la missione "non è stata imposta" ma "è stata chiesta" dall'Italia. Sulle modalità operative e gli sbarchi dei migranti "sono gli italiani che definiscono la magnitudo dell'operazione e il numero di persone di cui ha bisogno". Quindi Renzi ha chiesto i migranti . Ma mica ce lo aveva detto. Anzi tuonava perché ognuno in UE prendesse le sue quote.  Ricordate quando la Boldrini (uno dei personaggi politici ormai più amati della storia della Repubblica Italiana ) ci raccontò come i migranti ci avrebbero insegnato nuovi stili di vita ? Non parlava a caso. C’ era una strategia testimoniata anche poi dalla dichiarazione di Boeri : “Servono più migranti regolari, versano 8 miliardi di contributi a Inps e ne ricevono soltanto 3 in pensioni” Il piano che avevano in testa i signori governanti gli sta esplodendo in  mano.  E si stanno sbrigando tutti a riposizionarsi. Salvini e la Meloni , unici a raccontare tutte queste cose in tempi non sospetti, dovranno essere molto bravi a non permettere riposizionamenti. Ma la domanda vera di questi giorni è sul giornalismo. Sono iscritto all’ albo dei giornalisti ma mi vergogno per la mia categoria. Dove erano in questi ultimi anni? Di cosa si sono occupati e cosa scrivevano ? sotto minaccia ? sotto dettatura? Erano complici nel raccontare frottole al popolo italiano ? Se mai si riuscirà a riformare questo Paese (ammesso che ve ne sarà uno con un nome , dei confini ed un governo democraticamente eletto e non frutto di accordi post elettorali) la magistratura e l’ informazione saranno le cose alle quali mettere mano. Senza una informazione libera non esiste democrazia . Ma non libera di propinare balle. Altro che fake news. In Germania già si sono resi conto di come la manipolazione mediatica ha cambiato L’ italia riprenda la sua SOVRANITA’ in tutti i campi. Economico, politico, di confine ed eserciti i suoi diritti. Compreso quello di non partecipare ad assassini autolesionisti tipo quello di Gheddafi. Assassinio  che ovviamente oggi non ha più padri….  Persino il nostro ex presidente Napolitano ha tentato goffamente di smarcarsi da quella vicenda quando tutti sappiamo come andò. Oltretutto il Presidente della Repubblica è il capo delle Forze Armate in Italia. Cito Cesare Sacchetti collega giornalista : " Il Co㎱iglio di difesa nel 2011:'L'Italia è pronta a dare il suo contributo in Libia.' Le Camere non avevano ancora deciso; Napolitano, si." Il nuovo presidente della Repubblica ha invece dichiarato : “ no ad un ritorno alla sovranità nazionale”.  Ma cosa è la sovranità nazionale se non il poter decidere per il bene dei cittadini che fanno parte di una certa comunità?  Mattarella ha capito che i tempi stanno cambiando? Ce lo chiede l’ Europa non funziona più caro Presidente. E prima o poi al voto ci si dovrà andare . Sovranità non è una parolaccia caro Mattarella.   P.S. Chiedete tutti scusa al procuratore di Catania Zuccaro. Si proprio lui, quello al quale avete fatto cambiare idea. Con i metodi che conosciamo. Linciaggio mediatico, pressioni o altro del genere. Inizialmente aveva parlato di ONG finanziate dai trafficanti di esseri umani ma aveva detto anche che " Forse la cosa potrebbe essere ancora più inquietante. Si perseguono da parte di alcune ong finalità diverse: destabilizzare l’economia italiana per trarne dei vantaggi». Nel corso delle audizioni in parlamento però, Zuccaro  tornò indietro su molte delle accuse che aveva mosso, preferendo questa volta concentrarsi sul ruolo dei trafficanti e della criminalità organizzata italiana. Strano ma vero...