Blog

Marco Lombardo

20 Maggio Mag 2017 20 maggio 2017

Lg G6: la prova

Uscire dagli schermi. Proprio così. E' un po' questo il motto che Lg ha usato per il lancio del suo G6 e dopo averlo provato si può dire che è assolutamente azzeccato. D'altronde la casa coreana qualcosa di grosso doveva fare per rilanciarsi dopo la delusione dell'operazione "moduli" avvenuta con il G5, che poteva essere una buona idea a patto di non costringere l'utente a spegnere ogni volta il telefono per cambiarli (ma a chi è venuta in mente questa cosa?). In pratica: Lg non poteva e doveva sbagliare. E non ha sbagliato affatto. COSA CONVINCE I due "plus" del G6: lo schermo e la fotocamera. Il display, da 5,7 pollici (risoluzione 2880x1440), è stato il primo ad essere presentato in formato 18:9, una soluzione che lo rende perfetto per la visione dei video ad alta definizione. Geniale insomma, anche se si attendono i contenuti Dolby Vision in Hdr che faranno ancor di più fare wow. Insomma, Lg ha fatto centro con il formato, scegliendo uno schermo piatto a differenza di ciò che ha fatto Samsung nell'S8  - uffcialmente in formato 18,5:9 - che ha i bordi arrotondati (solo un caso?...). E poi c'è la fotocamera: doppia posteriore (entrambe da 13 mpx, quella davanti è da 5 mpx) con quella  grandangolare che da sola vale il prezzo del biglietto. Certo, un fotografo professionale potrebbe trovare qualche difetto nell'apertura (F2.4) e quindi nella luminosità, ma sapendo che le foto con lo smartphone le facciamo noi Lg ha giustamente preferito un'apertura più apertura che mai, che alla fine consente foto spettacolari. In pratica: scenari, colori, filtri e tutto quanto serve per poi godersi a pieno le immagini su tv o schermi ad alta definizione. Bene la batteria da 3300 mAh (si arriva senza problemi a fine giornata) e la connessione. Il resto è da top di gamma, con la scelta - ed Lg è stata la prima a farlo - di mettere i comandi sulla scocca posteriore, sensore di impronte incluso. COSA NON CONVINCE La prima cosa è davvero soggettiva: il design è un po' piatto, il G6 è proprio una mattonella. Ma questo magari può essere considerata una qualità da chi non ama troppi fronzoli. La seconda cosa invece è il "taglio" scelto: 32 Gb sono ormi un po' pochini. Anche se, ovviamente, c'è lo slot per aggiungere fino a 2Tb con una microSim. Ma costringe comunque all'acquisto di qualcosa in più. IL PREZZO Lg G6 è partito a 749 euro. Se siete bravi a cercarlo su internet avrete delle sorprese.