Neve nel Nord Ovest
ma non ci sono disagi

Neve nel Nord Ovest <br />
ma non ci sono disagi
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
4 Gennaio Gen 2010 04 gennaio 2010

Dalle prime ore di questa mattina nevica sul nord-ovest del Paese ma le autostrade sono percorribili. A Milano solo pochi fiocchi e, sulle strade, più sale che neve. Le previsioni meteorologiche

Roma - Una nuova ondata di maltempo si è abbattuta sulla Penisola, in particolare su Piemonte, Lombardia, Liguria, Toscana ed Emilia. Le strade sono percorribili. Sono previste nevicate fino a bassa quota. Temperature in picchiata quasi ovunque. La neve ha fatto la sua comparsa anche sulle pendici del Vesuvio.

Neve sul Nord ovest Dalle prime ore di questa mattina nevica sul nord-ovest del Paese. Ne dà notizia un comunicato di Autostrade per l'Italia, che fa il punto della situazione sulla propria rete alle ore 7.30. Le tratte interessate sono le seguenti: neve moderata in A5 tra Aosta e la diramazione con la SS 26; A7 tra Serravalle Scrivia e Genova Sampierdarena; A26 tra il bivio con la A10 e Vercelli est; A10 tra Genova e Savona; D26, tutta la diramazione Predosa-Bettole; D36, tutta la diramazione Stroppiana Santhià; Traforo del Monte Bianco, piazzale italiano e piazzale francese. Al centro: A24 tra Vicovaro Mandela e San Gabriele Colledara. Con nevischio: A6 sull'intera autostrada; A12 tra il bivio con la A7 e Genova Nervi; A25 tra Avezzano e Pratola Peligna-Sulmona.

Milano, più sale che neve Le strade e i marciapiedi di Milano sono imbiancati più dal sale sparso nella notte dai mezzi del Comune che dalle neve. La Protezione Civile aveva previsto accumuli di manto nevoso per uno spessore di cinque centimetri a partire dalle prime ore del mattino di oggi e fino alle ore 12, ma i fiocchi sono caduti finora in modo molto debole in tutta la provincia. L’Arpa Lombardia ha registrato precipitazioni appena più intense nel Pavese e in tutta la parte meridionale della regione. Le temperature minime si sono assestate intorno a zero gradi o poco meno. La possibilità che si formino strati di ghiaccio ha indotto comunque il Comune di Milano a ribadire ieri l’invito a limitare al massimo l’uso dell’auto privata, per non intralciare la circolazione dei mezzi pubblici e degli spargisale. Per domani l’Arpa prevede precipitazioni più corpose, ma con l’area di Milano sempre ai margini. Gli accumuli maggiori di neve dovrebbero verificarsi nelle provincie di Pavia, Lodi, Cremona, Mantova e Brescia. È attesa una pausa delle precipitazioni in mattinata e una ripresa nel primo pomeriggio.

Roma, prorogata apertura metro "A causa dell’ulteriore irrigidimento delle temperature l’apertura straordinaria delle metropolitane è prorogata fino a domenica 10 gennaio". Lo comunica l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Roma, Sveva Belviso.

Le previsioni Tempo previsto fino alle ore 24 di oggi dal servizio meteorologico dell'Aeronautica militare. Al Nord: molto nuvoloso o coperto con nevicate a bassa quota su Liguria, Piemonte, Lombardia meridionale ed Emilia-Romagna. Dalla tarda mattinata saranno possibili nevicate anche sulle pianure meridionali venete e friulane. Tra pomeriggio e sera è attesa un'attenuazione di nuvolosità e fenomeni, ad eccezione di Emilia-Romagna e Liguria dove, comunque, la quota neve andrà innalzandosi. - al Centro e Sardegna: nuvoloso o molto nuvoloso con copertura in ulteriore aumento nella mattinata sulle regioni peninsulari. Si prevedono precipitazioni sparse, più probabili sulla fascia tirrenica. Queste potranno essere nevose anche in pianura sulla Toscana, almeno sino alla tarda mattinata, quando la quota neve si porterà intorno ai 3-400 metri. Nevicate in collina sulle rimanenti zone a ridosso della dorsale appenninica: dapprima intorno ai 3-400 metri, poi oltre i 6-700 metri. Miglioramento dal pomeriggio su Lazio, Umbria e Marche meridionali. - al Sud e Sicilia: da parzialmente nuvoloso a nuvoloso per nubi medio-alte e stratiformi. Copertura in ulteriore aumento nel corso della giornata con deboli precipitazioni sparse dalla mattinata, più probabili sulle regioni tirreniche. Possibili nevicate oltre i 6-700 metri. Temperature: stazionarie sulla Pianura Padana, con estese gelate al mattino e durante la notte. In lieve aumento le massime sul resto d'Italia nella seconda parte della giornata. Venti: deboli variabili al nord con rinforzi da nord-est sulla Liguria. Moderati meridionali sul resto d'Italia con rinforzi sul Tirreno al largo e sulla Puglia. Mari: mossi o molto mossi.

A11 Firenze-Pisa Autostrade per l’Italia comunica che sull’A11 Firenze - Pisa è stato riaperto al traffico il tratto tra il bivio con l’A12 e il bivio con l’Aurelia, chiuso su disposizione della Protezione civile a causa delle esondazioni del Serchio avvenute nei giorni scorsi.


Tags

Commenti

Commenta anche tu