Anas: troppe code in autostrada? Multe ai gestori

Inside Over
28 Marzo Mar 2010 28 marzo 2010

Una nota mette sull'avviso le società in previsione dell'esodo pasquale: le nuove norme prevedono sanzioni aumentate se i disservizi sono causati da incuria

In previsione del traffico intenso che interesserà la rete viaria nel periodo delle festività pasquali, l'Ispettorato Vigilanza Concessioni autostradali dell'Anas ha dato precise disposizioni alle Concessionarie autostradali per attuare misure volte a garantire una circolazione stradale scorrevole e sicura per gli utenti. In particolare, è detto in una nota, si invita ad una gestione tempestiva delle eventuali code, a rimuovere i cantieri ove possibile e a dare il maggiore numero di informazioni.
«Queste direttive - ha sottolineato il Presidente dell'Anas Pietro Ciucci - servono per agevolare la fluidità del traffico nei periodi di maggiore criticità. L'Ispettorato vigilerà affinchè vengano rispettate le disposizioni da parte delle Società, comminando in caso contrario sanzioni, così come previsto dalla nuova normativa». Viene richiesta dall'Ispettorato «particolare attenzione nella gestione delle code, che dovranno essere segnalate tempestivamente ed adeguatamente e si raccomanda l'apertura del massimo numero di porte di esazione, specialmente nei nodi più critici, con particolare attenzione all'esazione manuale, in considerazione della tipologia del traffico, costituito da numerosi utenti occasionali.
Si evidenzia, inoltre, l'importanza di una idonea ed efficace segnaletica, utile ad indirizzare in modo corretto e tempestivo le manovre dell'utenza». «Per quanto riguarda i cantieri - ha affermato il direttore dell'Ispettorato Vigilanza autostradale Mauro Coletta - l'Anas raccomanda ai concessionari di programmare le proprie attività in modo che gli stessi vengano rimossi nei periodi di maggiore criticità per la rete di propria competenza. Dove la rimozione dei cantieri non sia tecnicamente possibile, andranno adottati tutti gli accorgimenti necessari per garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione, dandone capillare informazione all'utenza». Anas segnala, inoltre, «l'importanza di fornire all'utenza informazioni sia prima che durante il viaggio, mediante la segnaletica a messaggio variabile e via radio, per agevolare il flusso veicolare in sicurezza, in particolare nel caso di criticità, fornendo allo stesso tempo una costante e qualificata assistenza agli utenti, specie se in difficoltà.
A tal fine è opportuno sia il potenziamento del servizio degli Ausiliari della Viabilità, che la sottoscrizione di specifici protocolli con Enti ed Amministrazioni interessate alla gestione di eventuali emergenze». L'Anas chiede, infine, di sensibilizzare opportunamente i gestori delle aree di servizio, affinchè dedichino il massimo impegno, con particolare riguardo per i servizi di sorveglianza e di pulizia, anche in relazione al gran numero di clienti che prevedibilmente dovranno accogliere.

Tags

Commenti

Commenta anche tu