Benzina, continuano i rincari
in vista dell'esodo pasquale

Benzina, continuano i rincari<br />in vista dell'esodo pasquale
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
5 Aprile Apr 2012 05 aprile 2012

Gli italiani si mettono in strada. Tanti diretti a Roma, molti gli stranieri in arrivo. Intanto la benzina aumenta di nuovo

L'esodo pasquale è alle porte. Tra montagna, mare e città d'arte sono tanti gli italiani che si stanno mettendo in viaggio in occasione della Pasqua. Un flusso di persone importante, che da oggi ail 10 aprile potrebbe causare qualche problema e di sicuro un traffico intenso sulle autostrade italiane. 

Numerosi i turisti in viaggi, ma tanti anche i pellegrini. A sottolinearlo è Autostrade per l'Italia, che sottolinea come, in occasione delle celebrazioni religiose pasquali, saranno in tanti a dirigersi alla volta della Capitale.

Tanti arriveranno in Italia dall'estero. Dall'Austria, da Francia, Svizzera e Slovenia con un aumento del traffico ai Valichi in entrata. I giorni di maggior congestionamento sulle strade? Oggi, domani pomeriggio e sabato mattina.

Per evitare ulteriori problemi sono stati rimossi tutti i principali cantieri autostradali, fatta eccezione per quelli legati al potenziamento della rete. Anche laddove ci siano lavori in corso il numero delle corsie non sarà comunque ridotto, garantendo uno scorrimento il più possibile veloce.

I flussi di traffico saranno più intensi lungo la direttrice nord-sud ed in particolare sull’A1 Milano-bivio A22, tra Bologna-Firenze sud e Orte-Roma Nord, tra Roma- Valmontone e Caserta-Napoli, sull’A4 Milano-Brescia, sull’A8 e A9 Milano-Varese, sull’A10 Varazze-Genova, sull’A12 Genova-Chiavari, sull’ A14 Bologna-Cattolica, Ancona-Pescara Canosa-Bari, sull’A26 Alessandria-bivio A10 e sull’A27 Treviso-Belluno.

Qualche difficoltà si potrebbe avere anche in occasione del rientro. Traffico intenso è previsto per lunedì sera e per tutta la giornata di martedì. Limitata la circolazione dei mezzi pesanti: venerdì dalle 14 alle 22, sabato dalle 8 alle 16, domenica e lunedì dalle 8 alle 22 e martedì dalle 8 alle 14.

I carburanti aumentano di nuovo

Proprio a ridosso dell'esodo sale di nuovo il prezzo dei carburanti, spinto dal calo dell'euro rispetto al dollaro, che annulla gli effetti della diminuzione del prezzo dei prodotti petroliferi sui mercati internazionali.

TotalErg ha aumentato il prezzo raccomandato della verde di 0,5 centesimi al litro, seguita da Shell (1 centesimo sulla verde, gasolio in calo di 0,5). Per Esso rimane stabile il prezzo della verde ma si fanno sentire dei microaggiornamenti al rialzo sul diesel. In leggero calo le pompe no logo.

Le punte più alte per i carburante - in particolare al Centro - tornano di nuovo a quota 1,990 euro/litro per la benzina, si confermano a 1,824 per il diesel e salgono a 0,919 per il gpl.

Tags

Commenti

Commenta anche tu