Gp d'Austria Mercedes padroni. Cronaca della corsa

Gp d'Austria Mercedes padroni. Cronaca della corsa
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
22 Giugno Giu 2014 22 giugno 2014

Torna il Gp d'Austria, ma in F1 non torna lo spettacolo. In una gran premio in cui di sorpassi neppure l'ombra, Mercedes che torna alla doppietta, con le Williams, ottime in prova, che trovano il primo podio con Bottas e la quarta piazza di Massa. Alonso 5 al traguardo. Male le Red Bull

Gran Premio d'Austria e prima fila completamente Williams per un evento che non avveniva da ben 11 anni, quando due piloti di Frank Williams ottennero i migliori tempi sul circuito tedesco. Dietro Rosberg e Alonso, mentre terza fila che vede schierati Ricciardo e Magnussen. Causa il testa-coda nel Q3 per Hamilton sola nona piazza, dietro a Raikkonen; mentre addirittura ha fatto solo registrare il 13 tempo un deludente Vettel.

Parte bene Massa che mantiene la posizione, seguito da Bottas e un aggressivo Rosberg. Bene, anzi molto bene anche Hamilton che dalla 9 posizione passa alla 5 in un batter d'occhio, sorpassando anche Alonso quando non si è ancora concluso il primo giro. Qualche metro e ancora emozioni con Vettel costretto a fermarsi, si teme il ritiro, ma il Tedesco riparte qualche secondo dopo, intralciando lo stesso Ricciardo che, intanto, lo stava doppiando. Guadagna posizioni anche Raikkonen arrivato in 7 piazza alle spalle di Magnussen davanti ad Hulkenberg e Kvyat...solo 10 Ricciardo, per una Red Bull per la quale il Gp di casa è iniziato sotto la peggior stella.

Tengono le Williams grazie anche alla velocità di punta, ben 327 km./h. contro i 321 della Mercedes. Posizioni congelate per una mezza dozzina di giri sino al primo pit stop. Primi ai box Kvyata, Magnussen, Ricciardo e Sutil, già fermi alla nona tornata. Un giro e pit stop anche per Rosberg, con strada libera per Hamilton all'inseguimento delle Williams. Girandola di pit stop e Perez, non ancora fermatosi, si trova in prima piazza davanti a Rosberg, che comanda sul trenino Bottas avanti su Hamilton tra le Williams con Massa in quinta piazza. Poi Button con Alonso, sopravanzato anche da Maldonado, scivolato in 8 piazza, quando siamo alla 18 tornata.
Posizioni invariate per una decina di giri, quando al 27°, Perez deve subire un doppio sorpasso ad opera di Rosberg e Bottas, oltre a resistere alla pressione alle sue spalle di Hamilton e Massa. Pressione insostenibile solo una tornata dopo, quando un Perez crollato deve lasciar strada anche ad Hamilton; intanto, al 30 giro, torna ad affacciarsi Alonso, aggressivo sull'ex compagno Massa. Gara anonima per Ricciardo solo 9° e Raikkonen ora in 10 posizione. Dietro al pilota Spagnolo, Magnussen, Hukkenberg con Perez scivolato in 8 piazza. Gara di sofferenza per la Red Bull con Vettel richiamato ai box al 37 giro e costretto al ritiro.

Ad aprire il secondo giro dei pit stop Hamilton all'altezza del 40 giro, giro successivo ed è Rosberg a sostare, salvo rientrare davanti al compagno. Ancora in pista Alonso, temporaneamente in seconda posizione dietro a Massa, con l'alfiere della Rossa a erodere il vantaggio del Brasiliano, prendendo la vetta quando lo stesso è costretto ai box per il secondo pit stop. 47 giro e seconda fermata ai box per Alonso, al rientro sesto, sempre dietro a Massa. 51 giro e, a 20 dal termine, Mercedes a guidare, con Rosberg e Hamilton, di fronte alla coppia Williams. Quinto Perez, mentre Alonso è 6. Male Raikkonen ora in 11 posizione. 54 tornata e secondo stop per Perez, con classifica che assume le sue sembianze definitive. Davanti Mercedes, poi il duo Williams e quinto Alonso. Quattro giri dal termine e, in un Gp che non ha riservato grandi emozioni, si avvicina Hamilton al compagno, arrivando a soli 1' e 2'' dal battistrada. Ultimo giro con duello mercedes ma non capita più nulla con la scuderia tedesca ancora alla doppietta, davanti a Williams e Alonso.
Buona la gara di Perez ottimo sesto, davanti a Magnussen e Ricciardo. Ancora gara in salita per Raikkonen

In classifica importante vittoria di Rosberg, al 4 successo, e ora con 29 punti di vantaggio sul compagno in classifica. Ricciardo, con i quattro punti di oggi, tiene la terza piazza con Alonso che lo bracca ora da vicino. Dominio Mercedes in classifica costruttori, con la Ferrari sopravanzata anche dalla Williams.

Tags

Commenti

Commenta anche tu