La Kyenge vuole che il leghista le faccia da giardinere

La Kyenge vuole che il leghista le faccia da giardinere
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
13 Gennaio Gen 2015 13 gennaio 2015

La Kyenge ai microfoni de La Zanzara chiede che il leghista condannato per diffamazione a causa di un fotomontaggio svolga i servizi sociali

“Rainieri potrebbe venire a fare i servizi sociali nel mio giardino, potrebbe curare le piante...". È questa, secondo l’europarlamentare Pd ed ex ministro dell’Integrazione Cecile Kyenge, la giusta pena per il leghista Francesco Ranieri, attuale vicepresidente del consiglio regionale dell'Emilia Romagna, condannato a un anno e tre mesi di reclusione e a un maxi risarcimento da 150 mila euro per aver raffigurato con un fotomontaggio la Kyenge con il volto di un orango. Lo ha dichiarato a Giuseppe Cruciani ai microfoni del programma di Radio 24, la Zanzara, dopo che già ieri aveva risposto al tweet di solidarietà che il segretario Matteo Salvini aveva fatto in difesa di Rainieri, scrivendo: “Caro @matteosalvini dire che i neri sono animali non è uno scherzone, alias satira, è reato ed è per questo che ne rispondete in tribunale”. Secondo la Kyenge, infatti, il gesto dell’esponente leghista non fu un atto di critica politica “di vera e propria propaganda volta a seminare odio e violenza perché la critica implica dialettica e argomentazione. Dileggiare una persona esclusivamente per il colore della pelle non implica argomentazione, né retropensiero. È come dire: "Tutti voi, neri, non siete solo razza inferiore ma siete animali”.

Tags

Correlati

Commenti

Commenta anche tu