Il Vernacoliere sfida l'Isis: "Cari mussurmani, facciamo a chi ce l'ha più grosso"

Il Vernacoliere sfida l'Isis: Cari mussurmani, facciamo a chi ce l'ha più grosso
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
30 Gennaio Gen 2015 30 gennaio 2015

Il numero del mensile satirico livornese dedicato all'islam

«Il Vernacoliere propone all’Isis un confronto civile! Basta terrore! Cari mussurmani facciamo a chi ce l’ha più grosso. Voi ci mettete le fave col turbante, noi ci si mette le testedi...o della Lega. Poi voglio vedè chi vince". Questa la locandina del nuovo numero del Vernacoliere, il mensile satirico livornese in uscita oggi che, dopo la strage nella redazione di Charlie Hebdo a Parigi, sarà quasi interamente dedicato al tema dell’Islam. "Il numero del Vernacoliere, da oggi in edicola - spiega il direttore Mario Cardinali - ribalta completamente le attese catastrofiche, e facendo satira alla livornese propone invece all’Isis un confronto civile dicendo basta al terrore. Ricco come sempre di vignette per risate garantite, nel nuovo numero c’è anche un mio editoriale serio, che spiega il perché noi non ci facciamo beffe dei profeti".

Tags

Commenti

Commenta anche tu