Ad Abu Dhabi è pole Rosberg, mentre la Ferrari ferma Vettel

Ad Abu Dhabi è pole Rosberg, mentre la Ferrari ferma Vettel
Sostieni il progetto Conflitti da non dimenticare su Gli Occhi della Guerra
28 Novembre Nov 2015 28 novembre 2015

Ennesima giornata da dimenticare per la McLaren dove Fernando Alonso (solo 17/o in griglia) sembra intenzionato a prendersi un anno sabatico, il 2016, in attesa di tempi migliori

Ad Abu Dhabi è il giorno dei numeri due, tra sbagli imperdonabili e voglia di andare in vacanza. Nelle ultime qualifiche della stagione 2015 di Formula 1 sul circuito di Yas Marina, a brillare sono i gregari di Mercedes e Ferrari.

Nico Rosberg batte ancora una volta il campione del mondo e compagno-rivale Lewis Hamilton, mentre Kimi Raikkonen si prende un bel terzo posto in griglia salvando la faccia alla Ferrari che per un errore di valutazione costringe Sebastian Vettel a restar fuori dalla Q1 con un magro sedicesimo tempo.

Ennesima giornata da dimenticare per la McLaren dove Fernando Alonso (solo 17/o in griglia) sembra intenzionato a prendersi un anno sabatico, il 2016, in attesa di tempi migliori. Ad ammettere lo sbaglio commesso dai della scuderia di Maranello è senza mezzi termini lo stesso team principal del Cavallino Rampante Maurizio Arrivabene: "Un errore madornale da parte nostra è costato a Seb l'esclusione dalla qualifica già dopo il primo turno. Kimi ha fatto un ottimo lavoro conquistando il terzo tempo assoluto. Domani dobbiamo solo pensare a fare del nostro meglio per finire la stagione dignitosamente".

Errore che costringerà super-Seb ad una gara in salita dalla sedicesima posizione in griglia: "Non abbiamo avuto nessun problema sulla macchina, abbiamo solo pensato che il giro fatto con le gomme Soft, le più dure qui, fosse abbastanza veloce, ma alla fine non è stato così. Mi sono anche trovato davanti una macchina che non avrebbe dovuto essere lì. Abbiamo valutato male la situazione - ammette il pilota tedesco della Ferrari - commettendo un piccolo errore che ha avuto una grave conseguenza; ma la gara è domani e possono succedere molte cose. È un bene che Kimi parta davanti, abbiamo una macchina veloce e qui è possibile sorpassare, ma solo domani sapremo dire quanto. Potremmo parlare per ore dell'errore commesso, ma in fin dei conti sappiamo qual è stato: ora dobbiamo solo andare avanti".

A far sorridere la Rossa, questa volta, è Raikkonen che un gran bel giro strappa alla Force India di Sergio Perez la terza piazza in griglia: "Oggi è stato un buon sabato, la mia macchina è andata piuttosto bene per tutto il giorno. Le Mercedes sono state molto veloci sia oggi che ieri, sul giro singolo vanno un pò più forte di noi ma la gara è domani, vedremo. Oggi ho dato il massimo. Domani è un altro giorno - aggiunge Iceman - possiamo solo fare del nostro meglio e vedere dove finiremo. Cercheremo di fare una buona partenza e poi vedremo come andrà, cercando di prendere le decisioni giuste".

Ed una decisione a sorpresa sembra averla presa l'ex ferrarista Alonso che in caso di scarsa competitività della sua McLaren potrebbe riposarsi la prossima stagione: "Fernando chiuderà certamente la sua carriera in McLaren - ha rivelato il presidente della scuderia di Woking, Ron Dennis -bisogna essere aperti a ogni scenario, compreso un anno sabbatico. Purtroppo al momento la competitività è questa, stiamo lavorando forte per uscirne. Per la guida abbiamo tante opzioni disponibili e due dei migliori piloti al mondo. Prenderemo una decisione insieme, al momento i nostri piloti per il 2016 restano Alonso e Button".

Tags

Commenti

Commenta anche tu