"Entro il 2020 prima casa automobilistica straniera in Italia"

Entro il 2020 prima casa automobilistica straniera in Italia
21 Luglio Lug 2016 21 luglio 2016

Il neo dg: "Con programmi così non possiamo giocare in difesa". Come cambia C3

"Oggi vedo il Gruppo Psa in ottima forma perché alla guida c'è un manager come Carlos Tavares che ha realizzato un'impresa unica: varare un piano quadriennale di risanamento dei conti, il famoso Back in the Race, e portarlo a termine con due anni di anticipo, per poi avviare l'offensiva Push to Pass che nei prossimi anni porterà sul mercato una quantità pazzesca di nuovi modelli. Con queste premesse, quando Psa mi ha cercato ho risposto con entusiasmo alla chiamata".

Massimo Roserba racconta così il suo arrivo ai vertici del gruppo in Italia del quale, da fine febbraio, è direttore generale, dopo aver lasciato Fca Group.

Quali sfide l'attendono?

"Non si può certo giocare in difesa quando un'azienda ha programmi così importanti e ha già fatto enormi investimenti sulla base delle potenzialità di mercato che ogni Paese ha indicato; adesso è il momento di prendersi la responsabilità della realizzazione degli obiettivi, a cominciare da quelli della nuova C3".

C3 e i suoi chiari riferimenti a Cactus.

"Cactus è un'auto che ha reintrodotto il Dna di Citroën, che sta ridefinendo il ruolo del marchio, che sarà quello di differenziazione per clienti che vogliono distinguersi: C3 rispecchia queste ambizioni".

Anche Peugeot, con la rinnovata 2008 e la 3008 che cambia volto, sembra muoversi con un notevole dinamismo.

"La 3008 è adesso un Suv autentico e rappresenta la profonda evoluzione tecnologica di Peugeot che si percepisce, per esempio, osservando l'avveniristico i-Cockpit".

Peugeot per prima ha abbinato l'elettrico a un motore diesel, qual è il futuro dei propulsori alternativi di Psa?

"Contiamo sempre sull'elettrico puro, abbiamo quattro modelli in gamma e altrettanti in pipe line, ma mancano le strutture di ricarica e allora la soluzione è sicuramente il plug-in, un motore elettrico abbinato in futuro a uno a benzina".

Peugeot, Citroën o Ds a guida autonoma?

"Psa non intende compiere fughe in avanti, oggi le condizioni esterne perché un'auto guidi da sola non ci sono, e poi non bisogna dimenticare il piacere di guida che un'auto deve continuare a offrire, un'auto ovviamente dotata di dispositivi di assistenza alla guida". Con le nuove Citroën C3 e Peugeot 3008 l'offensiva del Gruppo Psa è entrata nel vivo e dovrà portare i tre brand francesi a centrare, entro il 2020, un obiettivo storico, e cioè diventare in Italia il primo gruppo straniero per volumi di vendita, un target sul quale il direttore generale Roserba non ha dubbi.

Commenti

Commenta anche tu