Denti: come prendersene cura giorno per giorno

Denti: come prendersene cura giorno per giorno
30 Gennaio Gen 2017 30 gennaio 2017

Quale spazzolino utilizzare? Quale dentifricio è meglio scegliere? Esiste un tempo massimo raccomandato per spazzolare i denti? Ecco tutte le risposte per avere denti belli e sani

Una buona igiene orale unita alle visite regolari dal dentista può aiutare a mantenere i denti e le gengive in salute. Ecco le buone abitudini che, insieme a spazzolino e dentifricio, aiutano a garantire un sorriso perfetto a prova di “cheese”.

In primo luogo è importante eseguire la pulizia almeno due volte al giorno e subito dopo i pasti. A tal proposito, si consiglia di utilizzare uno spazzolino morbido, più delicato con le gengive, e con la testina piccola, in grado di accedere meglio a qualsiasi cavità della bocca. Inoltre, il dentifricio è meglio se a base di fluoro che, per sua naturale conformazione, migliora lo smalto dentale e riduce il rischio di decadimento a cui è soggetta la dentatura con il passare del tempo, allontanando il rischio alitosi.

Non esiste un tempo migliore per spazzolare, ma bisognerebbe calcolare mediamente circa 2-3 minuti a dente. L’andamento deve essere delicato ma deciso e verticale, cioè dal basso verso l’alto e viceversa. A fine pulizia, bisognerebbe poi utilizzare il filo interdentale che consente di rimuovere gli eventuali residui di cibo presenti tra un dente e l’altro.

Per quanto riguarda invece le buone abitudini a tavola, gli esperti suggeriscono di limitare il consumo delle bevande ad elevato contenuto di acidità, come liquori, bibite analcoliche e succhi di frutta che danneggiano lo smalto, favorendo la comparsa della carie, e degli alimenti zuccherini, responsabili della placca. Non mancano i consigli per gli sportivi: quando si pratica un'attività fisica, il consiglio è di indossare sempre un elmetto, che, a titolo precauzionale, offra la protezione adeguata agli urti e alle cadute impreviste.

Se un dente dondola, non bisogna “stuzzicarlo” ma lasciarlo al suo posto, rivolgendosi al più presto al dentista e aspettando che nel caso sia lui nel caso a cadere naturalmente. Se ciò dovesse avvenire, il dente va avvolto nella plastica o in alternativa riposto in un bicchiere di latte. Anche la prevenzione però non va trascurata: sì quindi a visite regolari dal dentista, almeno due volte all’anno, e a comportamenti ragionati non pericolosi per il proprio sorriso.

Tags

Commenti

Commenta anche tu