Buoni motivi per (non) festeggiare San Valentino

Buoni motivi per (non) festeggiare San Valentino
13 Febbraio Feb 2017 13 febbraio 2017

Perchè bisogna dimostrare amore 365 giorni l'anno

Ogni anno, proprio in questo periodo, ci ritroviamo a parlare di San Valentino. Ma festeggiarlo ha senso? I cinici (e i tirchi) la chiamano la festa dei fiorai e i cioccolatini e le cene al ristorante diventano un'incombenza puttosto che un'occasione di condivisione e ringraziamento. I romantici a oltranza, invece, festeggerebbero pure l'ennesimo matrimonio di Ridge e Brooke di Beautiful pur di celebrare qualcosa che abbia del sentimentale.

Ma, analizziamo i pro e i contro: Perchè non dovremmo festeggiare San Valentino? Perchè non abbiamo tempo, non abbiamo soldi, non andiamo a cena fuori perchè quella sera sarà si mangerà malissimo, non festeggiamo mai nulla, è una festa consumistica, non ci teniamo a queste cose... Sono tutte 'le scuse' che le coppie un po' disilluse si ripetono in mente per 'giustificarsi' e per rimanere nella confortevole normalità.

Perchè invece dovremo festeggiare San Valentino? Perchè l'amore va sempre festeggiato, perchè è un'occasione per ritagliarsi un momento di coppia, per dimostrare il proprio amore, perchè ogni occasione è buona per festeggiare, perchè stando insieme da poco tempo non si vuole fare brutta figura con il partner che non si conosce ancora bene. Più o meno sono queste le cose più ovvie che vengono in mente quando pensiamo alla Festa degli innamorati.

Ma, se le due squadre giocassero l'una contro l'altra, chi vincerebbe la partita? Beh a costo di essere banali c'è poco da fare, il risultato sarebbe una bella x sulla schedina. Non ci sono vincitori e non ci sono vinti. Ma allova ci vuole un lieto fine. Proprio in queste ultime settimane sono molti gli esempi di coppie vincenti che, a prescindere dal 14 Febbraio, hanno dimostrato quanto sia meraviglioso dare e ricevere amore (anche dopo molti anni di matrimonio, prole compresa) non dandolo per scontato.

A prescindere dalla politica, quanto abbiamo voluto bene all'ex coppia presidenziale? Barack e Michelle Obama hanno dimostrato di essere molto uniti. Nell'ultimo discorso dell'ormai ex Presidente americano le parole sono state di ringraziamento verso l' amata Michelle: "Non solo mia moglie e la madre delle mie figlie, sei stata anche la mia migliore amica - afferma un commosso Barack - Sono fiero di te, l'America è fiera di te".

Sempre in tema discorsi, molto romantico è stato quello fatto da Ryan Gosling subito dopo aver ricevuto il premio come Migliore attore protagonista per La La Land ai Golden Globes. Eva Mendes, sua compagna e madre delle sue due figlie, non è stata neppure nominata eppure è stata la donna più invidiata della serata (ma anche dei secoli avvenire!).

Vogliamo parlare di William e Kate d'Inghilterra? Sempre mano nella mano, sempre a lanciarsi sguardi d'intesa, pronti a ridere l'uno alla battuta dell'altro. Anche i reali hanno un cuore e questo sentimento sincero giova alla monarchia britannica come pure alla speranza che esista un principe azzurro. Kate dal 'rospo' è stata baciata per davvero e i due vivono felici e contenti a Kensington Palace. Che sia per sempre oppure no, la favola è diventata realtà.

Ultimo esempio, ma solo temporale, il bacio appassionato all'ultimo Super Bowl tra la divina Gisele Bundchen e il marito quaterback Tom Brady che, battendo ogni record di vittorie, (il leader dei Patriots è il primo giocatore di football americano ad essersi aggiudicato il titolo per ben 5 volte) è andato subito a baciare la moglie ringraziandola per il supporto. Bellissimi,ricchissimi, vincenti e innamorati. What else?

Qualunque sia la ragione, la data, l'umore, le aspettative, l'augurio è che ogni coppia possa trovare il modo di esprimere i propri sentimenti. Con una cena in un ristorante mangiando tartine a cuoricino, con un weekend a Parigi, una scatola di cioccolatini, un mazzo di fiori, un regalo con la carta lucida rossa, una parola sussurrata all'orecchio, una passeggiata mano nella mano o una canzone cantata a squarciagola. Ad ognuno il suo linguaggio d'amore. Gli americani le chiamano #relationshipgoals, che sia il 14 Febbraio oppure no ne abbiamo tutti bisogno.

Tags

Commenti

Commenta anche tu