Skiexperience in Val D’Ega, una lunga stagione bianca che fa sognare gli sciatori di ogni età

Skiexperience in Val D’Ega, una lunga stagione bianca che fa sognare gli sciatori di ogni età
15 Febbraio Feb 2017 15 febbraio 2017

Obereggen, nominata la “stazione sciistica migliore fino a 60 chilometri” è il terzo comprensorio sciistico in Italia e uno tra i primi 25 in Europa. Piste perfette, discese adrenaliniche e malghe caratteristiche sono le mete di un viaggio tra panorami mozzafiato

Tracciati perfetti, discese adrenaliniche e malghe caratteristiche sono le mete di un viaggio tra panorami mozzafiato e specialità altoatesine, affidato alla conoscenza di guide alpine esperte. La stagione sciistica a Obereggen non è ancora finita. Anzi, entra adesso nel vivo delle settimane bianche con un clima gradevole e piste favolose. Il cuore delle Dolomiti batte ancora con quel ritmo che ogni anno scandisce l’inverno della Val D’Ega, tra Catinaccio e Latemar.

I patiti della neve e della montagna, dunque, hanno ancora tempo per assaporare l’irresistibile richiamo di uno sci d’eccellenza con 90 chilometri di piste da discesa e 100 chilometri per il fondo, 9 piste da slittino e innumerevoli sentieri per le ciaspole.Nella natura incontaminata di uno dei paesaggi più belli del mondo, nominato dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità, a soli 20 chilometri da Bolzano, si staglia questo paradiso bianco: Obereggen si snoda in 48 chilometri di piste perfettamente preparate ogni giorno composte da tutti i livelli di difficoltà, facilmente raggiungibili grazie a 18 avveniristici impianti di risalita che accorciano i tempi di attesa degli appassionati della neve, liberi di scorrazzare tra i 1.600 e i 2.500 metri di altitudine.

E Obereggen è una delle località dell’Alto Adige con il maggior numero di ore di sole.Non è un caso che, negli ultimi anni, premi e riconoscimenti siano caduti come fiocchi di neve su Obereggen, nominata da “Skiresort.de” la “stazione sciistica migliore fino a 60 chilometri” e il terzo comprensorio sciistico in Italia e uno tra i primi 25 in Europa. Quest’anno Obereggen ha voluto strafare mettendo sul piatto il nuovo impianto Laner, una combinazione moderna di seggiovia a 6 posti e cabinovia a 8 posti, capace di offrire agli sciatori e agli slittatori una risalita ancora più veloce e comoda verso il divertimento e gli spazi aumentati della pista Laner e di un inedito circuito da slittino di 750 metri ma anche verso i piaceri garantiti al palato da 16 accoglienti rifugi e baite, tra le quali spicca la sorprendente nuova baita Oberholz, dotata di una terrazza panoramica e soleggiata, posta alla stazione a monte di una seggiovia a 2.096 metri, che spunta come un’astronave di materiali ecosostenibili, perfettamente integrata nella natura che la circonda, grazie al progetto di Peter Pichler e Pavol Mikolajcak. Un bar accoglie sciatori ed escursionisti per snack e bevande ma anche per soste di relax assoluto e momenti di pausa e riparo dal freddo.

E tutti i venerdì, dal 17 marzo al 14 aprile 2017, i casari del Becherhof, produttori dell’eccezionale formaggio della Val d’Ega, offriranno una degustazione dei loro formaggi, in abbinamento ai vini di qualità dell’Alto Adige, al prezzo di 15 euro a persona. Alla fine, durante la discesa, accompagnati dagli ultimi raggi di sole, i partecipanti potranno godere del leggendario spettacolo delle Dolomiti infiammate di rosa.Chi arriva sulle distese di Obereggen si trova di fronte agli occhi e sotto le lamine il frutto di un lavoro di preparazione che, anno dopo anno, si arricchisce di dettagli. Il potenziamento e l’acquisto di nuovi spara-neve ha portato il comprensorio a disporre di oltre 200 cannoni disseminati sulle piste del Latemar.

Il sistema d’innevamento - riconosciuto tra i migliori dell’arco alpino e ostinatamente ecocompatibile, grazie all’impiego di fonti idroelettriche - garantisce piste sempre innevate da dicembre ad aprile e coinvolge anche lo snowpark e il nightpark, che saranno oggetto di lavori di regolazione del terreno e di un aggiornamento, in termini di nuove strutture immaginate per il freestyle.Grazie alla sicurezza e all’eccellenza di neve e impianti, il piacere di sciare sulle piste prosegue anche dopo le 16, con la speciale “offerta nottambuli” che consente agli ospiti di godere di una perfetta luce artificiale e delle migliori condizioni per usufruire al meglio della pista per slittino Laner-Obereggen, delle piste da sci di Obereggen e dell’inimitabile Night Snowpark. Inoltre, ogni giovedì, al divertimento notturno sulle piste segue una serata conviviale con specialità tipiche dell’Alto Adige e concerti di fisarmonica presso la caratteristica malga Epircher-Laner. Il prezzo, comprensivo di biglietto serale e cena, è di 30 euro a persona. Inoltre, il nuovo tour panoramico delle Dolomiti – Safari sugli sci tra Catinaccio e Latemar, offre un’opportunità unica per vivere il meglio delle due aree sciistiche della Val d’Ega sul versante soleggiato delle Dolomiti, in un’esperienza che si snoda su 90 chilometri di piste.
 Tracciati perfetti, discese adrenaliniche e malghe caratteristiche sono le mete di un viaggio tra panorami mozzafiato e specialità altoatesine, affidato alla conoscenza di guide alpine esperte. Il prezzo, comprensivo di pranzo in malga, guida alpina e shuttle bus, è di 38 euro a persona.In Val D’Ega, anche gli snowboarder trovano pane per i loro denti.

Per i patiti della tavola, inoltre, la Val D’Ega si conferma una destinazione obbligatoria per chi soffre all’idea di dover abbassare la serranda delle evoluzioni, a causa di un cielo che proprio non ne vuole sapere di rimanere acceso. Nel nightpark sulla pista Obereggen - che già solo per la posizione al centro delle Dolomiti ha un fascino speciale - ci sono 1.780 metri di piste e neve che
le sere di martedì, giovedì e venerdì, dalle 19 alle 22, rimangono aperti per chi è mosso dall’irrefrenabile desiderio di mostrare i propri trick sulla Jibline, illuminata tramite luce a grande fascio luminoso. Lungo la pista aperta di notte ci sono alcuni “jib-ostacoli”, accessibili anche durante il giorno, che garantiscono a professionisti e principianti un elevato grado di adrenalina. Progettato e realizzato da F-Tech, il nightpark viene curato tutti i giorni grazie ad un team di shaper e a macchine da neve appositamente attrezzate. Insomma, dai bambini alle prime armi a chi della neve vuole godersi semplicemente il profumo e gli aspetti rilassanti, la Val D’Ega accoglie tutti senza distinzione. Ma quando il gioco si fa duro e a presentarsi ai blocchi di partenza dell’inverno sono i professionisti della pista, che sanno cosa vogliono e lo vogliono subito, Obereggen estrae dal cilindro una serie di piste nere e piste rosse – pari all’81% del totale – di cui la più ripida con il 58% di pendenza.

I nuovi performance check terminals, disseminati per tutta l’area, consentono di misurare, confrontare e stampare giornalmente le prestazioni sciistiche, mentre, se 8 ore di sole non sono abbastanza, tre volte la settimana è possibile testare gli sci top di gamma anche la sera, sulla pista illuminata. Ma ancora non è tutto. A marzo, chi alla neve chiede qualcosa di più, ogni mercoledì, ha l’opportunità di arrivare sulla neve di Obereggen prima di tutti gli altri. Le piste, per chi vorrà e riuscirà a cogliere al volo l’occasione, saranno aperte già dalle 7 del mattino, con la possibilità – per guadagnare tempo e allo stesso tempo l’energia necessaria alle prime discese – di fare una colazione tipica presso la Malga Mayrl Alm.

Nel cuore del fantastico regno di Re Laurino, poi, che con le sue favole e leggende ancora oggi incanta grandi e piccini, Carezza è la meta sciistica numero uno per famiglie in
Alto Adige. Ai piccoli sciatori sono dedicati skilift appositi, ingressi separati e tante altre sorprese, mentre per i patiti degli sport invernali di ogni età sono allestiti 16 moderni impianti di risalita, capaci di arrivare fino a 2.337 metri,
 da dove si gode un panorama mozzafiato sulle Dolomiti circostanti. A disposizione per tutti i livelli di abilità, ci sono 41 chilometri di piste perfettamente preparate, raggiungibili con la cabinovia ecosostenibile, sentieri invernali, circuiti da slittino gite e avventure, baite, rifugi e terrazze su Catinaccio e Latemar, che sale dal paese di Nova Levante all’area sciistica di Carezza. Carezza, insieme a Obereggen, completa infatti il cuore delle Dolomiti noto col nome di Val D’Ega.Per i fanatici del fondo, delle ciaspole e delle escursioni in una natura con l’abito bianco, la Val D’Ega ha una miriade di opportunità. Ai fondisti, sono dedicati 100 chilometri di piste sempre perfettamente preparate per lo skating e la tecnica classica. Punto di partenza ideale è il paese di Nova Ponente. A pochi chilometri di distanza si trova il Passo Lavazè a 1.800 metri di altitudine. Da qui una serie d’anelli porta a masi isolati, attraversando un incantevole scenario dal candore invernale. L’ampia rete di sentieri per gli amanti delle ciaspolate garantisce un’esperienza unica in maestosi panorami. I sentieri percorribili durante l’inverno, attraverso il paesaggio innevato permettono di vivere un’esperienza eccezionale, come l’escursione invernale guidata con vista mozzafiato sui massici del Latemar e Catinaccio.Diversi livelli di difficoltà accontentano ogni appassionato, tra Nova Ponente e Nova Levante. Ma non è detto che si debba avere ai piedi qualcosa di diverso dalle scarpe per godersi il paesaggio di montagna. Grazie al clima mite di questa stagione, le passeggiate invernali offrono la possibilità di riposarsi e rigenerarsi anche lontano dalle piste da sci. Obereggen e Carezza hanno nel Dna gli stessi geni dolomitici della Val D’Ega e con lo Skipass Valle Silver si possono allargare i sogni di sciatori e snowboarder, offrendo loro la possibilità di scorrazzare nelle due aree sciistiche utilizzando un unico passaporto bianco. Ai 33 impianti di risalita, alimentati con energia rinnovabile, che portano da 1.182 a 2.500 metri, e ai 90 chilometri di piste impeccabili all’ombra di Catinaccio e Latemar, si aggiungono le altre perle invernali del Trentino Alto Adige.

La distesa di neve sulla quale lasciare traccia delle lamine si allarga ai 390 chilometri di piste dell’intero arco alpino coperto da Alpe Luisa San Pellegrino, Val di Fassa-Carezza, Val di Fiemme-Obereggen e Ski Area San Martino di Castrozza, con la possibilità di usufruire dei 150 impianti di risalita a disposizione.Lo skipass Valle Silver è un’offerta che si aggiunge allo skipass Dolomiti Superski e allo skipass della singola valle, valida per tutti i comprensori interessati, a scelta per 5 o 6 giorni ad un prezzo vantaggioso, a partire da 127 euro nella versione junior e da 181 euro in quella per gli adulti. Obereggen for Experts include 6 giorni di skipass Fiemme-Obereggen, valido per oltre 100 chilometri di piste, un giorno di skitest con attrezzature del noleggio sci Siegfried, Sci notturno ogni martedì, giovedì e venerdì dalle 19 alle 22, Be the First – per sciare dalle 7 sulla pista Oberholz, ogni mercoledì a marzo. L’offerta è valida anche per 3 notti (da giovedì a domenica) o 4 notti (da domenica a giovedì). Servizi inclusi, 3 giorni di skipass, ski test, sci e slitta notturni e Be the first, il mercoledì mattina di marzo dalle 7. Prezzi a partire da 199 euro a persona per 3 giorni in mezza pensione, presso una struttura a 3 stelle. Ma poi ci sono anche le strutture a 4 stelle, direttamente sulle piste da sci che fanno sognare come lo Sporthotel, il Sonnalp, il Piccolo hotel. Ma tra tutti spicca il Cristal (www.hotelcristal.com), un 4 stelle superiore a conduzione familiare da poco ampliato e rinnovato. Da generazioni la famiglia Thaler gestisce l’hotel Cristal con grande passione. Gli ospiti diventano quasi membri della famiglia in occasione delle loro vacanze invernali o estive in Alto Adige. Già entrando si può percepire che la natura è al centro di tutto. Le camere e suite del Cristal sono in larice e pino provenienti dai boschi della zona.

Pur essendo un hotel sulle piste da sci, anche in estate la sua posizione si rivela invidiabile: appena fuori dall’hotel la Val d’Ega con i suoi splendidi sentieri escursionistici aspetta solo di essere esplorata e al Cristal si può godere di meravigliosi panorami delle montagne dell’Alto Adige. L’amore per la natura e per la loro terra si percepisce chiaramente in ogni angolo dell’hotel. Dalle specialità locali, fiore all’occhiello della cucina, fino all’area wellness, un piccolo paradiso per gli amanti dell’acqua, che possono immergersi in un mare di benessere: dalla piscina esterna da 10x5 metri a quella interna da 16x7 metri, con vetrata panoramica sulle montagne. Ma le possibilità di relax che riserva il Cristal sono numerose, dai bagni turchi all’idromassaggio, dalla vasca Haslauer con fango alla vasca d’immersione e potrete scegliere anche tra vari bagni aromatici a diverse temperature.Se c’è una cosa che distingue una comune vacanza sugli sci da una vacanza sugli sci in Val D’Ega, questa è la capacità che il cuore delle Dolomiti di cambiare forma ogni anno, trasformando un soggiorno nei comprensori di Obereggen e Carezza in una vera e propria esperienza sulla neve.

Tags

Commenti

Commenta anche tu