Come reagire alla fine di un amore e ritrovare la felicità

Come reagire alla fine di un amore e ritrovare la felicità
24 Febbraio Feb 2017 24 febbraio 2017

Che si tratti di un’amicizia, di un rapporto famigliare o del grande amore della nostra vita, la fine di una relazione non è mai un passaggio che si affronta con leggerezza. Ecco alcuni consigli per affrontare al meglio questi momenti di difficoltà

Anche se in alcuni casi potrebbe essere considerato da alcuni addirittura come un sollievo, per la maggior parte delle persone la separazione – la fine di un amore, di un’amicizia o di un rapporto famigliare – è una fonte all’apparenza inesauribile di stress e malumore.

Tuttavia, per quanto soprattutto nelle prime fasi della separazione possa sembrare impossibile, ci sono alcuni consigli che possono rendere meno traumatica la gestione e, in conclusione, il superamento di una delusione affettiva. Per prima cosa, dimenticate tutti i cliché del caso. Perché se è vero ad esempio che il mare è pieno di pesci, è altrettanto vero che un minimo di periodo di assestamento emotivo ha spesso un valore terapeutico nell’accettazione di quanto successo, sia questa la fine di un amore oppure la rottura di una grande amicizia.

Non a caso, secondo gli esperti è fondamentale concentrarsi innanzitutto su sé stessi, sul proprio benessere e sul proprio equilibrio. Potrà sembrare banale, ma mangiare regolarmente, ritagliarsi attimi di relax o di assoluto riposo sono la chiave per superare le difficoltà. Allo stesso modo, anche chiedere supporto ad una persona cara può rivelarsi di grande aiuto; tanto negli aspetti più pratici, quanto in un ambito più strettamente emotivo. Avere la possibilità di sfogarsi, infatti, permette di metabolizzare con maggior semplicità la separazione.

Inoltre, per superare la naturale sensazione di malessere che segue una rottura dei rapporti di coppia, che colpisce soprattutto quando questi sono duranti per un lungo tempo, gli esperti consigliano di rifugiarsi e ritrovare energie nell’attività fisica o, in alternativa, nella musica.

Nel primo caso, è dimostrato scientificamente che l’allenamento del proprio corpo contribuisce al rilascio di endorfine, sostanze chimiche prodotte dal cervello che hanno sul nostro corpo effetti benefici, analgesici ed eccitanti. Insomma, che si tratti di lunghe camminate, di qualche corsetta o di esercizi eseguiti in palestra, il movimento influisce con conseguenze assolutamente positive sulla nostra emotività, permettendoci di ritrovare il sorriso.

Nel secondo, infine, anche una serata in discoteca con gli amici, oppure assistere ad un concerto del genere musicale che preferiamo, sono degli ottimi rimedi per sconfiggere l’apatia che attanaglia dopo una delusione d’amore: muoversi a ritmo, non a caso, spazza via dalla mente le cattive e brutte sensazioni, contribuendo a rilassare spirto e corpo. E, non di meno, aiuta a farci ritrovare prima quella serenità che sembrava essere perduta per sempre.

Tags

Commenti

Commenta anche tu