Milano Moda Donna Autunno Inverno 2017 2018

Milano Moda Donna Autunno Inverno 2017 2018
28 Febbraio Feb 2017 28 febbraio 2017

Conclusa la fashion kermesse meneghina, vediamo cosa rimarrà e diventerà tendenza

È febbraio e fa ancora freddo. Nelle vetrine ci sono già le collezioni estive e nel frattempo a Milano si è conclusa la Settimana della moda donna che ha visto sfilare in passerella le collezioni per l'autunno inverno 2017 2018. Parafrasando una canzone di Tiziano Ferro viene proprio da dire che la "moda va veloce e tu stai indietro". Quindi, per rimanere al passo e non rischiare di stare indietro, cerchiamo di fare un po' di ordine, di lasciarci alle spalle le truci scelte di stile del passato e capire quali saranno le prossime tendenze per l'anno domini 2017-2018.

Il prossimo inverno, quindi, non sarai nessuno se nell'armadio non avrai...
- I cuissardes. Li abbiamo indossati già questa stagione e gli stilisti hanno pensato di proporceli anche per la prossima. Alti, altissimi, difficili da portare se non si ha uno stacco di coscia chilometrico, li abbiamo visti in vernice bianca (pericolosissimi... occhio a come li indossate. L'effetto “andiamo a comandare in tangenziale” è dietro l'angolo), in velluto o in pelle.

- Il cappotto vestaglia, preferibilmente extra lungo. Bellissimi quelli di Max Mara nelle tonalità più classiche del nero, del grigio e del cammello, ma anche in un vibrante rosso intenso. Dal sapore etnico quelli in stampa paisley di Etro, impreziositi da pelliccia animalier.

- La mantella con il cappuccio. Arricchita da ricami preziosi, come le abbiamo viste sulla passerella di Alberta Ferretti.

- Se ne facciano una ragione i fashionisti, che li snobbano (e preferiscono morire di freddo) a favore del cappotto, il prossimo autunno inverno vedrà protagonisti i piumoni. Non i piumini, ma proprio i piumoni, tanto sono oversize e super imbottiti. Stampati o monocromatici, ma sempre enormi.

- Il rosso. Domina le passerelle, accendendo, con la sua sfumatura concentrata e decisa, capi e accessori perfetti sia per il giorno che per la sera. A piccoli tocchi come sulla passerella di Emporio Armani (che non ne disdegna, però, un uso più importante) o total look come sulle passerelle di Fendi e Max Mara.

- Focus sulle spalle. C'erano tanto mancati e per questo sono tornati: gli Anni '80 e le spalle oversize, super strutturate, meglio se accentuate dalle spalline.

- Il velluto. Sontuoso, morbido e lussuoso, per il prossimo inverno sarà utilizzato non solo per tailleur eleganti e abiti da sera, ma sarà il tessuto principe anche per capi da giorno, rivisitato in versione sporty, portando a termine l'ardua impresa di coniugare comodità ed eleganza.

- Sparkling. Continueremo a brillare. Oro, glitter, materiali dai riflessi metallici e laminati e applicazioni di cristalli su abiti e accessori ci faranno risplendere per tutto l'inverno, catturando prima e riflettendo poi ogni singolo raggio di luce.

- Slogan. Utilizzeremo T-shirt e felpe, ma anche piumini e cappotti (da Sportmax ne sono stati maestri) per lanciare messaggi. La moda si fa portatrice del verbo e usa i capi come tela bianca per esprimere idee e pensieri.

- Maniche importanti. A palloncino, oversize o arricchite da balze e decori. Una svolta anche per il più anonimo dei maglioncini.

- Il turbante. Come vere dive di Hollywood – a meno che non abbiamo smanie di protagonismo, evitiamo la combo con gli occhiali da sole -, li indosseremo in velluto (Antonio Marras li propone en pendant con la nuance dell'abito), con stampe floreali o impreziositi da fili di lurex.
Avremo davvero bisogno di tutto? Forse sì o forse no. Ma poco importa, perché la moda non si occupa di bisogni. La moda si occupa di desideri.

Tags

Commenti

Commenta anche tu