Tifosi del Lione accusano polizia Gli agenti: "Operazioni regolari"

Tifosi del Lione accusano polizia Gli agenti: Operazioni regolari
17 Marzo Mar 2017 17 marzo 2017

Alcuni tifosi del Lione sarebbero stati costretti a denudarsi durante l'ultima perquisizione prima di accedere allo stadio Olimpico. Tra loro anche donne e minorenni

La Roma di Luciano Spalletti è uscita dall'Europa League per mano del Lione di Bruno Genesio. Ai giallorossi non è riuscita l'impresa di ribaltare il 4-2 subito all'andata in Francia e non è servito vincere per 2-1 allo stadio Olimpico. Se in campo è filato tutto liscio, non si può dire lo stesso dal punto di vista dell'ordine pubblico visto che alcuni tifosi del Lione si sono lamentati per il trattamento ricevuto dalle forze dell'ordine. Ecco la nota ufficiale del club francese: "I metodi applicati dalle forze dell'ordine sono abusivi e sproporzionati". Gran parte dei 750 tifosi del Lione, presenti all'Olimpico per assistere alla partita contro la Roma, sarebbero stati umiliati durante l'ultima perquisizione effettuata dalla polizia che avrebbe costretto alcuni tifosi ad abbassare pantaloni e in molti casi anche le mutande. Donne e minorenni inclusi.

Ecco il racconto di uno degli ultrà del Lione, che ha voluto restare anonimo, ai microfoni della Gazzetta dello Sport: "Verso le 11 di mattina siamo arrivati all'ultimo casello autostradale. Lì ci hanno fatto scendere e controllati uno a uno, inclusi i bagagli. Poi dopo due ore siamo arrivati in città e i poliziotti ci hanno pure indicato in quali bar potevamo andare senza problemi. Verso le sei abbiamo preso le navette, ma anche lì abbiamo dovuto aspettare. Magari c'è stata un po' di tensione perché c'era gente che aveva bisogno di fare pipì e gli agenti non volevano farli scendere. Poi, dopo aver aspettato tre quarti d'ora siamo arrivati allo stadio e lì ci hanno fatto scendere uno alla volta, o per gruppetti di tre. Ma per un altro controllo, stavolta dentro a delle specie di bungalow e dei camper. Ma non ci hanno solo perquisito, ci hanno imposto di abbassare pantaloni e a molti anche le mutande. Cercavano fumogeni, ci dicevano". La Polizia ha risposto al club francese: "Abbiamo fatto dei controlli accurati ma regolari e non ci trovavamo certo in presenza di educande, ma di tifosi potenzialmente pericolosi. E l’importante è che non ci siano stati incidenti".

Tags

Commenti

Commenta anche tu