Parigi, un testimone: "Così l'attentatore ha aggredito i militari"

Parigi, un testimone: Così l'attentatore ha aggredito i militari
18 Marzo Mar 2017 18 marzo 2017

Un testimone che si trovava all'aeroporto di Parigi Orly al momento dell'attacco ha visto l'attentatore prendere per il collo una soldatessa e minacciare altri due militari con l'arma della donna. Poi gli spari e il panico nell'aeroporto

Prima ha aggredito una soldatessa dell’aeronautica in servizio di sorveglianza. Poi, tenendola per il collo ha preso di mira altri due militari con l’arma della donna. Così, secondo le prime testimonianze che arrivano dall’aeroporto di Orly, avrebbe agito il trentanovenne francese di religione musulmana con precedenti per droga, radicalizzatosi in carcere e noto a polizia e servizi di sicurezza, che stamattina ha fatto piombare di nuovo nel panico la capitale francese.

Secondo il racconto di un testimone, citato da Le Figaro, l’attentatore “teneva in ostaggio una soldatessa, e ha minacciato altri due militari con il fucile della donna”. I fatti si sono svolti “al primo piano dell’aeroporto”, racconta Dominique, un uomo di 58 anni che era in partenza per la Repubblica Dominicana con sua moglie e che ha assistito alla scena.

“Ho sentito delle urla e ho visto dei militari che tenevano sotto tiro una persona”, ha raccontato Dominique ai giornalisti di Le Figaro. L’uomo, secondo il testimone ha bloccato la militare dell’operazione Sentinelle prendendola per il collo e cercando di strapparle l’arma che aveva a tracolla. “A quel punto”, racconta ancora il testimone, “ci siamo allontanati e scendendo le scale abbiamo udito dei colpi”.

Il passeggero ha detto a Le Figaro, di aver notato anche una busta al centro della sala ma di non sapere “cosa ci fosse dentro”. Gli artificieri però, come ha reso noto il portavoce del ministero dell’Interno francese, Pierre-Henry Brandet, non hanno rinvenuto esplosivi nello scalo parigino.

I fatti, secondo le prime ricostruzioni, sarebbero avvenuti nei pressi di un banco della Turkish Airlines, mentre erano in corso le operazioni di check-in di un volo per Tel Aviv. Secondo quanto riporta Repubblica, testimoni in fila per il check in hanno riferito di aver sentito diversi colpi esplodere prima che l’aeroporto fosse evacuato.

Altri testimoni hanno raccontato che dopo aver sentito il rumore dei colpi nell'aeroporto si è scatenato il panico. Le persone hanno lasciato i bagagli ai check-in e sono scappate. "C'è stato il panico generale, le persone correvano ovunque", ha detto un altro testimone a Le Figaro.

Secondo Bfmtv, l'aeroporto parigino di Orly non riaprirà questa sera. Paris Aéroports, la società che gestisce lo scalo, ha comunicato su Twitter che il traffico aereo ad Orly è sospeso invitando i viaggiatori a "non recarsi all'aeroporto".

Tags

Commenti

Commenta anche tu