Quando Fatima fu centro del mondo

19 Marzo Mar 2017 10 giorni fa

In un volume la vera storia dei tre piccoli veggenti e del «miracolo»

Giovanni Terzi

L'attenzione dei cattolici di tutto il mondo è rivolta al 13 maggio prossimo, giorno dei cento anni dalla prima delle sei apparizioni della Madonna ai pastorelli di Fatima. Il libro del giornalista e storico Luciano Garibaldi 2017 Fatima centro del mondo (Mimep Docete) ricostruisce gli eventi succedutisi in quel 1917 e che culminarono il 13 ottobre con la straordinaria visione di un sole gigantesco che danzò nel cielo per dieci minuti, cambiando di continuo colore. Era il miracolo promesso dalla Vergine Maria tre mesi prima ai bambini che la supplicavano di dare una prova della loro sincerità. E quella prova fu data a non meno di 70mila persone, ma anche gli increduli e i curiosi affluiti alla Cova da Iria da ogni parte del Portogallo. Chi si gettò in ginocchio, nel fango provocato dalla pioggia, chi invocò la pietà del Signore, chi pianse. Una scena indimenticabile, che documentò un evento soprannaturale, visto anche dai paesi vicini: non fu un'allucinazione di massa. Un episodio che fu riportato con grande evidenza dalla stampa di tutto il mondo. Il miracolo celeste sconvolse soprattutto le persone incredule che avevano raggiunto Cova da Iria per prendersi gioco dei tre veggenti e di chi dava loro credito. Tra questi, il caporedattore del principale quotidiano di Lisbona, O Século, Avelino De Almeida, che, da agnostico e anticlericale, si trasformerà in un fervido credente, scrivendo una cronaca commossa che pubblicherà in prima pagina con il titolo: «Cose meravigliose a Fatima». Questo è soltanto uno degli aspetti particolari della vicenda di Fatima, che la pongono al centro della fede cristiana nel mondo.

Commenti

Commenta anche tu