Allontana ubriaco dalla sua pizzeria: denunciato

Allontana ubriaco dalla sua pizzeria: denunciato
20 Marzo Mar 2017 5 giorni fa

Marocchino ubriaco litiga con un connazionale e poi infastidisce i clienti, il titolare della pizzeria lo allontana ma lui batte la testa e finisce in rianimazione. Nei guai il ristoratore nel salernitano

Allontana l’avventore ubriaco dal suo locale che litiga e infastidisce i clienti ma lui inciampa e batte la testa, così un ristoratore salernitano s’è buscato una denuncia nella tarda serata di sabato scorso.

L’episodio s’è verificato a Pontecagnano, in provincia di Salerno. Tutto è cominciato quando, intorno alle due, un 31enne di origini marocchine, visibilmente ubriaco, è entrato nel locale in cui c’erano ancora diversi clienti. L’uomo, stando a quanto riporta la Città di Salerno, ha cominciato subito a litigare. In preda ai fumi dell’alcol ha iniziato ad attaccare briga con un connazionale prima, poi ha iniziato a prendersela con i clienti e con la moglie del proprietario della pizzeria.

A quel punto il titolare dell’attività commerciale, un 29enne del posto, ha affrontato la situazione e si è avvicinato allo straniero ubriaco, per invitarlo ad andarsene dal locale e a lasciare in pace le persone che lì si trovavano. Proprio mentre i due si stavano confrontando, il 31enne è scivolato e ha battuto violentemente la testa.

È stato necessario chiamare un’ambulanza a bordo della quale al nordafricano sono stati prestati i primi soccorsi del caso ed è stato portato al pronto soccorso degli ospedali riuniti San Giovanni di Dio – Ruggi d’Aragona di Salerno. Le condizioni del 31enne sono parse ai medici subito gravissime. La caduta gli ha causato un serio trauma cranico e perciò è stato necessario procedere al ricovero nel reparto di rianimazione della struttura sanitaria salernitana. Le condizioni del marocchino sono serie e la prognosi resta riservata.

Intanto è scattata la denuncia per il ristoratore: deve rispondere, in stato di libertà, di lesioni gravi.

Tags

Commenti

Commenta anche tu