Francia, assunse figlie minorenni. Si dimette il ministro Le Roux

Francia, assunse figlie minorenni. Si dimette il ministro Le Roux
21 Marzo Mar 2017 21 marzo 2017

Il ministro dell'Interno francese, Bruno Le Roux, è accusato di averle fatto lavorare come assistenti parlamentari

Nuova durissima polemica, in Francia, a poche settimane dal voto per le presidenziali. Questa volta la bufera non tocca uno dei candidati all'Eliseo, ma il ministro dell'Interno Bruno Le Roux, che in serata ha consegnato le sue dimissioni.

Oggi la convocazione da parte del primo ministro Bernard Cazeneuve, che voleva chiarimenti dopo che la trasmissione tv "Quotidien" (Tf1) ha rivelato che avrebbe assunto come assistenti parlamentari le sue due figlie, con un particolare anagrafico davvero sorprendente: le due erano giovanissime, rispettivamente 15 e 16 anni. Erano ancora al liceo ma già, con dei contratti a termine, collaboravano con un parlamentare.

"Quotidien" rivela inoltre che le due giovani hanno accumulato rispettivamente 14 e 10 contratti di lavoro, percependo somme per 55mila euro complessivamente. Una delle ragazze avrebbe fatto l'assistente parlamentare mentre stava frequentando un corso preparatorio per accedere all'università, l'altra invece mentre era impegnata in uno stage in Belgio.

Il ministro si è difeso dalle accuse dicendo che si trattava solo di "lavori estivi", sicuramente utili per il curriculum delle ragazze, ma nulla di più. Poi in serata il passo indietro, dopo la notizia che la procura finanziaria di Parigi ha aperto un'indagine preliminare sul caso. Al suo posto arriva il socialista Matthias Fekl.

Tags

Commenti

Commenta anche tu