"Le botte? Una benedizione". Le islamiche spiegano come va pestata una moglie

Le botte? Una benedizione. Le islamiche spiegano come va pestata una moglie
13 Aprile Apr 2017 13 aprile 2017

Il gruppo "Hizb ut-Tahrir" spiega come va picchiata la moglie con il bastone chiamato "sivaak". A tenere le lezioni sono le donne stesse: "Per noi è una benedizione"

"Le botte che i mariti danno alle mogli sono una bellissima benedizione". A dirlo non sono gli uomini musulmani, ma le loro stesse donne. C'è infatti un gruppo di islamiche radicali, chiamato "Hizb ut-Tahrir", che tiene addiritture lezioni per spiegare come deve essere pestato il gentil sesso. "Il marito picchia la moglie perché la ama, è quasi una conseguenza naturale - spiegano - non lo fa per odio o rabbia, ma per seguire i comandamenti di Allah".

Reem Allouche insegna alle elementari e tiene lezioni di mezz'ora in cui spiega come deve essere picchia una donna con il bastone chiamato "sivaak". A registrare il contenuto di queste lezioni è stata Ollie Gillman per il Daily Mail Australia. Nel video, che è divenuto subito virale, la donna spiega che i mariti sono autorizzati a picchiare le mogli qualora queste disobbediscano. Prima di ricorrere al bastone, però, devono infliggere punizioni "più leggere" con una sciarpa attorcigliata o con un pezzo di stoffa. Come spiegano le islamiche del gruppo radicale "Hizb ut-Tahrir", le donne concordano nel farsi pestare quando "commettono peccato".

Nella lezione riportata dal Daily Mail Australia e tradotta in Italia da Dagospia, vengono spiegati per filo e per segno quali sono i peccati: si va dalla disobbedienza ad Allah e al marito agli atti immorali, dal tradimento a gesti più innocenti come il far entrare in casa una persona non gradita dal marito. "Questo serve a promuovere tranquillità", dice Reem Allouche spiegando che in famiglia è il marito a comandare e a decidere le misure disciplinari. "Il marito picchia la moglie perché la ama - continua - è quasi una conseguenza naturale. Non lo fa per odio o rabbia, ma per seguire i comandamenti di Allah". E conclude: "Il marito non picchia subito. Prima ammonisce la moglie, rifiuta di dormire con lei e qualsiasi intimità. Se non funziona, la può colpire. È una bellissima benedizione".

Tags

Commenti

Commenta anche tu