Pastelage, i capelli color pastello fanno tendenza

Pastelage, i capelli color pastello fanno tendenza
9 Maggio Mag 2017 09 maggio 2017

Su Instagram e per le strade spopolano le chiome dai colori più stravaganti. La nuova moda in materia di hair-styling si chiama pastelage e contagia tutte le donne, non solo teen...

Oltre alle sopracciglia barded wire, tra le tendenze di questa primavera così frizzante e imprevedibile c’è il pastelage, una tecnica particolare di hair-styling che consiste nel colorare le ciocche dei capelli dei colori più insoliti e originali come il rosa, il turchese e in generale tutte le nuance pastello.

Questa moda, che alcuni hanno già definito il nuovo balayage, contagia le teenagers come le over 30 alla ricerca di un effetto sopra le righe per la loro acconciatura. Le colorazioni pastello nascono infatti dalla voglia di stupire, di osare, ma anche di prendersi un po’ meno sul serio e di vedere la vita a colori, replicando sui propri capelli un effetto technicolor, come uscito da un film di animazione.

La base di partenza del pastelage è, come già anticipato, il balayage, tecnica che si differenzia dallo shatush per la caratteristica applicazione a stella del colore. In particolare, questo stile prevede che la chioma venga suddivisa in cinque grandi punte e che sulle lunghezza di ciascuna di esse venga stesa la tinta – schiarente o pastello nel caso appunto del pastelage – per ricreare le caratteristiche sfumature cromatiche, tanto popolari su Instagram tra le influencers e le fashion blogger.

Nonostante sia un procedimento piuttosto impegnativo da ricreare, è possibile provare a replicare a casa questo particolarissimo effetto grazie alle linee di prodotti dedicate, lanciate da alcuni dei principali marchi del settore. Avendo l’accuratezza di scegliere la tonalità di colore più adatta alla propria carnagione, rosa, corallo, glicine e turchese per le chiare o blu o viola per le scure, con un po' di manualità si può sfoggiare un romanticissimo pastelage della sfumatura più amata.

Tags

Commenti

Commenta anche tu