Avanzata dell'Isis in Siria: decapitate donne e bambini

Avanzata dell'Isis in Siria: decapitate donne e bambini
18 Maggio Mag 2017 18 maggio 2017

I jihadisti sono avanzati nei villaggi di Aqareb al-Safiyeh e Al-Mabujeh facendo più di 50 morti

Sono almeno 50 le vittime causate da un'avanzata dello Stato islamico nei villaggi di Aqareb al-Safiyeh e Al-Mabujeh, a 17 chilometri da Salamiyeh, nella provincia di Hama. Nel mirino dei terroristi non sono finiti solamente i soldati governativi, ma anche moltissimi civili. L'agenzia governativa Sana fa sapere che molti abitanti dei villaggi sono stati mutilati e decapitati. Tra loro ci sarebbero anche alcuni bambini, di età compresa tra i 3 e il 13 anni. I feriti accolti dagli ospedali sarebbero più di 100.

Le notizie che arrivano dalla Siria sono ancora frammentarie, ma è possibile fare una prima ricostruzione degli eventi. I miliziani dell'Isis sarebbero avanzati all'alba, penetrando nel villaggio di Aqareb, sfruttando il buio e l'assenza dei soldati siriani. Le forze di Damasco sarebbero arrivate solamente più tardi, riuscendo ad arginare l'avanzata dei jihadisti. Secondo Sana, negli scontri sarebbero morti diversi terroristi. I superstiti avrebbero invece raggiunto la regione desertica di Badia.

Tags

Commenti

Commenta anche tu