Caldo estivo Aspettando il nubifragio di domani

18 Maggio Mag 2017 18 maggio 2017

Elena Gaiardoni

Dato per scontato che il tempo è come gli uomini, incostante e traditore, sono in molti a sostenere l'inutile spreco di righe su solleoni anticipati, come in questi giorni, oppure su nubifragi pericolosi come quello che si abbatterà domani su Milano. Ma il tempo influisce sul nostro umore, sulla psiche, sulle nostre pulsioni emotive e sessuali, persino sulla politica, tanto che molti sondaggisti lo tengono in considerazione durante le elezioni, quindi sottolineare che ormai del tempo non si capisce proprio più nulla non è robetta da donnette.

«Persino noi meteorologici non sappiamo come definire queste stagioni che si susseguono in un mese. Aprile ha avuto in se stesso sia inverno, che primavera, quanto estate e autunno, e anche maggio non scherza» sottolinea Simone Abelli della Epson, che ricorda i tredici gradi e il vento gelido con cui maggio è iniziato, quasi fosse gennaio, per poi essere a metà del mese con un clima degno di pieno agosto. Ieri in metropolitana l'aria condizionata funzionava a tutto spiano, i negozi di frutta e verdura di Milano registrano un'impennata di vendita di frutta tropicale e le piscine milanesi sono state prese d'assalto come a ferragosto. «Ci sto andando anche io - sorride Abelli - perché è difficile sopportare questo caldo. La mancanza di aria umida in quota ha fatto scatenare una quantità di raggi ultravioletti come in piena estate, ma domani i temporali faranno precipitare le temperature». Domenica? Ancora in piscina.

Questa è una primavera? No, non lo è. Ci sono cause oggettive in alta quota che determinano il comportamento bizzarro del meteo, problemi di onde che prima non si erano mai verificati. Ha un significato? Non ci resta che aspettare, intanto si fa fatica a trovare nuove definizioni a mutazioni stranamente climatiche.

Commenti

Commenta anche tu