I Mòn sono «indie» doc

18 Maggio Mag 2017 18 maggio 2017

I Mòn arrivano a confermare che i talent show non impediscono la nascita di talenti indie (quando sono autentici). Sono giovanissimi, romani e sganciati da logiche mainstream nonostante i loro suoni (come si capisce anche dal singolo Lungs e da Forest of cigarettes) partano dagli XX per tornare indietro ai primi U2. Ma, al di là delle influenze, il loro indie folk è vincente soprattutto grazie all'incrocio delle voci di Rocco Zilli e Carlotta Deiana e all'atmosfera dolce, malinconica e musicalmente raffinata di queste canzoni. Fossero stranieri, tanti qui da noi strillerebbero al fenomeno. Sono italiani e quindi impiegheranno un po' di più a farsi notare. Ma se questo è l'esordio, il meglio deve ancora arrivare.

Commenti

Commenta anche tu