Se giocano i migliori

Se giocano i migliori
18 Maggio Mag 2017 18 maggio 2017

La Juventus ritrova se stessa, vince giocando un buon football, molto sprecando, la Lazio pure ma si deve arrendere

Partita dura, arbitro molle. La Juventus ritrova se stessa, vince giocando un buon football, molto sprecando, la Lazio pure ma si deve arrendere. Il 3 è numero maniacale per questa stagione bianconera, tre le coppe Italia consecutive in attesa di altro con la stessa cifra. Il campo ha dimostrato che chi sa sa e chi non sa non saprà mai (Michel Platini 1987). Dunque Dani Alves e Dybala, Chiellini e Barzagli hanno dato al gioco e alla squadra tutto quello che era venuto a mancare nello stesso teatro, tre giorni prima contro la Roma. I migliori dovrebbero giocare sempre, capisco i problemi di turnazione, i guai muscolari, la tensione emotiva ma quando c'è un bersaglio da centrare non si può e non si deve mai rinunciare agli uomini migliori.

Allegri è un toscano cocciuto ma ieri sera deve avere capito la lezione, così come l'ha capita la Lazio, piena di euforia ma poi messa all'angolo dall'uno due di Dani Alves e Bonucci, una coppia di difensori che sa andare al gol perfido. A proposito di gol, Higuain ci ha provato un tot e un tot più uno ha trovato il muro di Strakosha. Ultima nota su Tagliavento Paolo. Quando il parrucchiere di Terni incominciò ad arbitrare, sua moglie, ignara del football, al rientro del consorte a casa gli domandò se avesse vinto. Ecco, la signora potrebbe riproporre la domanda. Tagliavento ieri sera ha perso. Ma non è una novità. Anzi. Sarebbe stato clamoroso il contrario.

Commenti

Commenta anche tu