La bellezza sfila ai Bagni misteriosi

19 Maggio Mag 2017 19 maggio 2017

Weekend gratuito con trucco, assaggi di creme e yoga offerti da «Donna moderna»

Appuntamento con la bellezza nel week end. Donna Moderna, organizza «Donna Moderna Beauty Experience», due giorni dedicati all'estetica. Domani e domenica i Bagni Misteriosi in via Carlo Botta 18 diventeranno un esclusivo «centro di bellezza» e saranno teatro di numerose attività realizzate con Garnier e Lancôme, che coinvolgeranno i partecipanti gratuitamente.

Lettrici e utenti potranno partecipare a più di 230 iniziative comprensive di beauty bar, beauty workshop, trattamenti, beauty talk e yoga lounge. Insomma c'è di che divertirsi. Tutto a costo zero e ingresso libero.

Qualche rivelazione? Nei beauty bar si «assaggeranno» creme, trattamenti di bellezza per il viso, maschere e shampoo con Garnier e si proveranno i profumi e le ultime novità di trucco con Lancôme.

Esperti make up artist mostreranno come esaltare la propria bellezza grazie alla scuola di trucco di Lancôme, in più incontri e laboratori per parlare di pelle, colorazione e cura del capello con Garnier. «Donna Moderna Beauty Experience» si prenderà cura delle donne per due giorni, offrendo innovativi trattamenti rimodellanti corpo e viso, una piega perfetta e la tinta nella nuance più adatta a ciascuna. Prenotando il proprio momento dedicato alla bellezza sul sito www.donnamoderna.com/beautyexperience, lettrici e visitatrici potranno riservare il loro spazio beauty gratuito. Ai Bagni Misteriosi tutte avranno l'opportunità di partecipare e assistere ai beauty talk nei quali Annalisa Monfreda dialogherà con ospiti d'eccezione affrontando argomenti di attualità legati al mondo beauty. Non solo. Durante la giornata ci saranno anche mini beauty talk: incontri brevi durante i quali si affronteranno tematiche come il legame food-bellezza.

Tra le altre iniziative, la possibilità di scattare e ricevere un'istantanea di bellezza, praticare yoga, imparare nuove tecniche di rilassamento e assistere alla sfilata delle «donne vere».

Commenti

Commenta anche tu