«Si fidano del Papa più che dei loro prof»

19 Maggio Mag 2017 4 giorni fa

Si fidano di Papa Francesco più che dei loro insegnanti, della Chiesa, del parroco, del Comune e dello Stato. È uno dei risultati dell'indagine realizzata da Ipsos e dagli oratori delle diocesi lombarde, «Assetati di domani? Gli adolescenti lombardi e la domanda di futuro», presentato ieri mattina a Milano.

Si parla di ragazzi tra i 14 e i 19 anni. E se e è vero che il Papa è la figura di riferimento istituzionale più autorevole, rimangono i genitori e gli amici le persone di cui gli adolescenti della Lombardia si fidano di più. la persona più importante è la mamma, seguita dal papà. Ci sono poi gli amici, con un vero e proprio inno a quella che è una relazione vissuta come fondamentale, al punto che la fiducia negli amici è maggiore rispetto a quella che si ripone in se stessi. L'importanza degli amici per la vita riceve come voto 8,9 e la fiducia negli amici arriva a quota 8,1. Può sembrare strano, viste le lamentele che tanto spesso accompagnano quest'età travagliata, ma gli adolescenti hanno uno sguardo più ottimista dei loro genitori e si dicono soddisfatti di loro stessi. Anzi, il 70 per cento gradisce il proprio aspetto fisico.

A presentare la ricerca Maurizio Gervasoni, vescovo di Vigevano e delegato CEL per la Pastorale giovanile regionale. «I ragazzi cerano tante relazioni e devono essere conviti di quello che fanno ma spesso fanno fatica a capire le ragioni per cui vale la pena spendersi. Abbiamo commissionato la ricerca per capire i nostri giovani».

E questa sera alle 20.45, in piazza Duomo, l'arcivescovo Angelo Scola parteciperà alla festa degli animatori dell'Oratorio estivo 2017.

Il cardinale consegnerà il mandato agli adolescenti che quest'anno, alla chiusura delle scuole, come animatori si occuperanno dei più piccoli negli oratori della Diocesi, guidati da sacerdoti, religiosi e religiose, giovani volontari. Durante la serata saranno annunciate anche le tre band che il prossimo 9 giugno apriranno il concerto di Davide Van De Sfroos allo stadio di San Siro per l'appuntamento «Cresciuto in oratorio». Tra i 75 partecipanti, Van De Sfroos ha scelto i «Watt», i «Neverending» e i «Nuovo Corso Cafè».

SCot

Commenti

Commenta anche tu