Caso Etruria, D'Alema: "Se è vero che Boschi ha fatto pressioni deve dimettersi"

Caso Etruria, D'Alema: Se è vero che Boschi ha fatto pressioni deve dimettersi
20 Maggio Mag 2017 2 giorni fa

Dopo le ultime indiscrezioni sulle presunte pressioni di Maria Elena Boschi nel caso di Banca Etruria, Massimo D'Alema non ha dubbi: "Se è vero che ha fatto pressioni, deve dimettersi"

Non si spegne la polemica dopo le ultime rivelazioni sul caso di Banca Etruria, ora contro Maria Elena Boschi si scaglia anche Massimo D'Alema: "Se è vero che ha ftto pressioni, si deve dimettere".

A margine dell’assemblea di Mdp organizzata da Articolo 1 a Milano, il presidente della Fondazione Italianieuropei ha parlato del caso scoppiato con il libro "Poteri forti (o quasi)" di Ferruccio de Bortoli. Stando a quanto scritto dall'ex direttore del Corriere della Sera, nel 2016, l'allora ministra Boschi avrebbe fatto pressioni su Unicredit, al fine d’interessarsi a Banca Etruria, allora in grave difficoltà finanziaria, e il cui vicepresidente era Pier Luigi Boschi, padre dell’esponente del governo Renzi.

"Se venisse confermato che in quanto membro del governo ha fatto pressioni o ha incoraggiato Unicredit a farsi carico della Banca dell'Etruria, dato l'evidente conflitto di interessi, direi di sì, mi pare abbastanza clamoroso, no?", così D'Alema ha risposto a chi gli chiedeva se la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio Boschi si debba dimettere per il caso Etruria.

Tags

Commenti

Commenta anche tu