Ciliegia, porpora o corallo Ogni bocca ha il suo rossetto

Ciliegia, porpora o corallo Ogni bocca ha il suo rossetto
20 Maggio Mag 2017 20 maggio 2017

La tinta va scelta in base al colore della propria pelle: più lucidi per labbra piccole, opachi per quelle grandi

Rivitalizza lo spirito e risveglia i sensi. Accende l'entusiasmo e carica di energia. Intensifica il respiro e accelera il battito. Incita all'azione e accresce la fiducia in se stesse. Ma come si sceglie il proprio rosso?
La prima regola è guardare al sottotono della pelle. Se le vene del polso tendono al blu, il sottotono è freddo e la carnagione chiara, quindi è meglio optare per una nuance altrettanto spenta (rosso ciliegia, vino e malva). Al contrario, le donne con le vene che tendono al verde, con un colorito più caldo e dorato, preferiranno tonalità arancio, tendenti al corallo. Infine, se la pelle più che dorata è olivastra o scura, ottimi il porpora, il rosso scuro, il marrone e il terracotta.
In realtà, però, non c'è una regola fissa, perché il rosso sta bene un po' a tutte. Il rosso sulla pelle chiara è molto sofisticato, vedi Keira Knightley, e sulle bionde fa subito diva d'altri tempi, mentre trasforma le rosse, come Emma Stone, in Jessica Rabbit. E che dire delle carnagioni medie o ambrate, come quelle di Blake Lively e Zoe Saldana? Il rosso è sempre una certezza, a prescindere dal colore di pelle e capelli. Gli unici veri limiti, forse, sono la forma e la dimensione delle labbra: su una bocca molto grande bisognerebbe evitare i super lucidi o i rossi troppo accessi, per non risultare volgare o rubare troppo la scena; perfetti i colori appena spenti e dal finish opaco. Le labbra irregolari o sottili, invece, preferiscono rossetti più brillanti: l'opacità, infatti, rimpicciolisce le labbra piatte e piccole.
A questo punto si passa all'applicazione. Se si è alle prime armi, basta stendere direttamente il rossetto, tamponandolo e sfumandolo con le dita, per enfatizzare il colore senza esagerare. Per un look sofisticato ed elegante, definito e super glamour, occorre qualche passaggio in più. Prima, infatti, vanno esfoliate le labbra con uno scrub fai da te, unendo sale e olio di jojoba, da portare via con un cotton fioc dopo qualche minuto, per eliminare pellicine e impurità. Poi va sfumato il correttore sopra le labbra, per prolungare la tenuta del colore, ed è necessario disegnare il contorno della bocca con una matita della stessa tonalità del rossetto selezionato. Per nascondere la linea, bisogna anche creare una base, colorando, con la matita, tutte le labbra. Infine, l'applicazione vera e propria del rosso, in maniera omogenea. Un solo consiglio: questa icona del makeup dà il meglio di sé sopra un incarnato perfetto, vellutato e luminoso. No ai fard rosati e aranciati: il primo spegnerebbe il rosso, il secondo lo accenderebbe troppo. E no agli occhi troppo carichi: il focus è sulle labbra.

Commenti

Commenta anche tu