E la Filarmonica si prepara alla mondovisione

20 Maggio Mag 2017 3 giorni fa

Domani prove aperte per il concerto di lunedì. Sul podio il direttore coreano Whun Chung

Venerdì prossimo, in una blindatissima Taormina, sarà la Filarmonica della Scala ad aprire i lavori del G7. Un concerto in mondovisione Rai, dal programma italiano con Rossini, Verdi e Puccini, e direttore coreano però legato da tempo alla Filarmonica: Myung-Whun Chung. Si scaldano i motori in casa, alla Scala, con il concerto di lunedì (ore20) e le prove aperte di beneficenza per Azione Solidale di domani (ore 19.30). In mezzo alle due architravi, un breve tour con tappa a Monaco e Basilea. E dopo la Sicilia, Udine. Il concerto in Scala segna poi il ritorno di Mario Brunello, violoncellista di casa nostra, artista intrigante per le prestazioni come strumentista ma anche per i progetti innovativi che da sempre mette in campo. E' l'anima dei Suoni delle Dolomiti, dunque della musica proposta in alta quota fra guglie e pinnacoli montani, ha creato progetti dove dialogano diverse forme d'arte e cultura, coinvolgendo scienziati (Margherita Hack), musicisti classici e non (Uri Caine, Paolo Fresu), attori (Marco Paolini, Moni Ovadia). Insiste, riuscendo, nel divulgare un'idea alternativa del fare musica con eventi interattivi, spesso creati nella sua officina creativa, Antiruggine, laddove è nato, cresciuto e - fra un viaggio e l'altro - residente: Castelfranco Veneto. Alla Scala eseguirà il Concerto di Dvorak op. 104 anticipato dall'Ouverture de Il Franco cacciatore di Weber. La seconda parte è centrata sulla sinfonia icona del genere sinfonico, la Quinta di Beethoven, pagina che debutta con il più celebre ta-ta- ta-taaa della storia musicale, a detta dei direttori uno degli attacchi più impervi che vi siano. Nella tappa di Monaco e Basilea, il solista sarà invece David Garrett. Riavremo la Filarmonica per il consueto concerto in piazza Duomo, l'11 giugno, diretta da Riccardo Chailly con Daniil Trifonv al pianoforte e prima alla Scala con la violinista Anne-Sophie Mutter.

PAF

Commenti

Commenta anche tu