Expo Riva Schuh, business ed export calzaturiero con oltre 11mila visitatori

Expo Riva Schuh, business ed export calzaturiero con oltre 11mila visitatori
13 Giugno Giu 2017 13 giugno 2017

Fiera sempre più internazionale con il Sudafrica come mercato in primo piano. Tra le nuove collettive, espositori di Bulgaria e Russia. In aumento i buyer francesi

Piattaforma espositiva per il business internazionale, momento di incontro e confronto, laboratorio di idee, trend di prodotto e prospettive per il futuro della calzatura: questi gli ingredienti che hanno caratterizzato Expo Riva Schuh, che si è conclusa con 11.224 visitatori professionali, in linea con il dato dell’edizione di giugno 2016.

“Questa edizione ha rafforzato la centralità di Expo Riva Schuh come punto di incontro tra i grandi produttori mondiali e i buyer, europei ma non solo - commenta il presidente di Riva del Garda Fierecongressi, Roberto Pellegrini -. Con il progetto Expo Riva Schuh Around The World, stiamo lavorando per dare spazio anche ai mercati emergenti più interessanti: ad aprile abbiamo presentato la nostra fiera in Sudafrica, prossimamente saremo in Russia e Bulgaria. Aumentare la dimensione internazionale della nostra fiera significa non solo dare maggiori opportunità di business ad aziende e visitatori ma anche saper intercettare, e se possibile anticipare, le nuove tendenze del mercato”.

E lunedì scorso il Console generale del Sudafrica a Milano Titi Nxumalo ha visitato Expo Riva Schuh e partecipato a un incontro in cui ha sottolineato l’importanza del settore calzature per l’economia del Sudafrica e la sempre maggiore necessità per i produttori sudafricani di partecipare a manifestazioni come quella di Riva del Garda per rafforzare l’export. La manifestazione ha inoltre ospitato, insieme a Saflec - South African Leather Export Council, una nuova collettiva di espositori sudafricani. Altri due gruppi di espositori da Bulgaria e Russia (in particolare da San Pietroburgo) hanno debuttato tra i 1.464 espositori provenienti da oltre 40 paesi che a Riva del Garda hanno presentato le collezioni per la primavera - estate 2018. Tra i buyer è invece da segnalare la presenza di un’importante delegazione di compratori francesi, a riconferma del ruolo chiave che Expo Riva Schuh gioca a livello europeo e mondiale.

“A Expo Riva Schuh, abbiamo raggiunto un rapporto ottimale tra numero di espositori e compratori che visitano la fiera - spiega Giovanni Laezza, direttore generale di Riva del Garda Fierecongressi. Al momento il rapporto è di 1 a 10, una garanzia di qualità del business, un elemento a cui teniamo molto. Tra i visitatori, abbiamo tra l’altro rilevato la sempre maggiore presenza di professionalità nuove, molto spesso legate allo sviluppo dell’e-commerce. Anche alcuni produttori di fascia alta frequentano la nostra manifestazione alla ricerca di partnership per lo sviluppo di campionature e collezioni. Sono tutte nuove categorie di professionisti che si vanno ad aggiungere al pubblico storico di Expo Riva Schuh, che oggi è davvero una fiera rappresentativa dell’intera filiera della calzatura”.

L’opening talk inaugurale Nuove strategie per la distribuzione calzaturiera: verso l'omnicanalità è stato occasione per analizzare le nuove strategie distributive del mercato calzaturiero e in particolare la tendenza verso l’omnicanalità, ovvero verso una gestione integrata dei diversi canali di vendita. L’intervento di Daniel Agis Branchi, esperto internazionale e consulente di distribuzione, ha evidenziato come il passaggio all’omnicanalità stia portando al capovolgimento delle gerarchie distributive tradizionali, ma anche a un ripensamento del sistema basato sulle stagionalità e a una diversa percezione del concetto di brand.

“Il mondo dell’online e il tema dell’integrazione con l’offline sono due sfide che riguardano anche il settore delle fiere - commenta Carla Costa, responsabile dell’Area Fiere di Riva del Garda Fierecongressi – nonostante si tratti di un’evoluzione molto più lenta rispetto a quanto succede nelle aziende. Per la nostra fiera, l’online è uno strumento che da qualche anno a questa parte ci aiuta a profilare con più accuratezza aziende e compratori e ci aiuta a capire meglio le esigenze di ciascuno. L’idea è che nel futuro la fiera, che continuerà secondo me ad essere un momento insostituibile di incontro e business, possa “vivere” 365 giorni all’anno proprio grazie all’online e alla creazione di una community che continua a interagire”.

Uno sguardo al futuro che proietta Expo Riva Schuh verso il prossimo appuntamento, in programma dal 13 al 16 gennaio 2018.

Tags

Commenti

Commenta anche tu