Le regole del rossetto rosa

Le regole del rossetto rosa
13 Giugno Giu 2017 13 giorni fa

Come diventare regine del pink power

Belli i rossetti rosa eh? Fanno tanto Barbie Malibù e sono così vibranti, romantici e nelle pubblicità sulle modelle hanno proprio un bell'effetto. Fanno pensare all'estate, alle vacanze, alle cose da femmine. Poi succede che lo mettiamo sulle nostre labbra davanti allo specchio e all'improvviso sembriamo la zia Mariuccia con il Parkinson. Perché il rosa è così perfido con noi che lo amiamo così tanto? Lo abbiamo scelto fin da piccole quando chi chiedevano che colore vuoi? Rosa ovvio ma che domanda! La maglietta rosa, il cappellino, la matita, la cartella, il cerchietto, qualunque cosa era rosa, da vera femminuccia a modino. E noi ovviamente lo abbiamo preferito al maschile blu, all'indeciso verde ed al bistrattato giallo. Adesso che siamo che più cresciute il rosa, adorato da quando eravamo bambine, ingrato, si vendica.

Non si tratta di vera perfidia, il rosa è un colore che si deve meritare e conquistare e, salvo qualche rarissimo caso in cui vi sta bene tutto (fortunate voi!), dovete fare un po' di attenzione per scegliere quello più adatto. Si fa presto a parlare di rosa, di rossetti rosa si potrebbe ricoprire la muraglia cinese, il Colosseo e pure la tour Eiffel dunque non limitate la vostra pink ambition al primo che vi capita davanti, siete meglio di questo fidatevi. C'è un rosa che aspetta ognuna di noi, da qualche parte in qualche scaffale e noi lo troveremo, questo è certo. A costo di trasformarci in indiana Jones alla ricerca dell'arca perduta solo che con un completo più carino. Nella ricerca della nuance perfetta possiamo trovare qualche regola generale per avvicinarci a quello migliore per noi, non per quelle perfette, inarrivabili (e illegali) di Adriana Lima o Megan Fox, ma sulle portatrici sane di labbra normali coem le nostre.

Se avete la pelle molto chiara potete osare con il famoso rosa Barbie Malibù (de gustibus) se invece la vostra carnagione è scura o olivastra non è detto che questo pink faccia uscire la bambolina che c'è in voi, anzi. Il rosa freddo infatti è piuttosto difficile da indossare perché è davvero innaturale e l'effetto 'finto' non sempre dona. Piuttosto, scegliete un rosa più intenso, perché non un fucsia o una nuance che tende al lampone che ben risalta sulle tonalità calde e ambrate?

Se siete molto chiare evitate i rosa che virano al marrone, altrimenti molto probabilmente sembrerete far parte di una gang del bronx, from del block, ma non quello di Jennifer Lopez, uno più brutto e cattivo. Alcune tonalità tendono a spegnere il viso piuttosto che a farlo risaltare ingrigendo l'incarnato. Non sia mai questo non ci piace affatto. Quindi, se non avete pazienza e morite dalla voglia di mettere un rossetto rosa allora il malva è un salvavita, un airbag che molto probabilmente vi salverebbe da un incidente di make-up. È abbastanza neutro e si adatta a tutte le carnagioni. Attenzione, non cedete al tranello del rosa antico, per evitare regalatelo alla nonna così non sbagliate ed in più la farete felice.

Se siete state baciate dal sole o con una carnagione scura andate di tonalità intense e vibranti che risalteranno le labbra e daranno di certo al viso un bell'effetto che ricorda l'estate e le vacanze. Se vi sta bene vi starà bene sempre, anche se non andate in vacanza e siamo a Gennaio durante i giorni della Merla.

Quando troverete il vostro rosa perfetto sfoggiatelo con soddisfazione fischiettando La vie en rose. Questa sì che è una soddisfazione. Pink power!

Tags

Commenti

Commenta anche tu