Rissa con i coltelli, morti in due

16 Giugno Giu 2017 16 giugno 2017

Dopo aver ucciso il rivale, si schianta e si ammazza con l'auto

Due cruente risse con l'uso di coltelli nella tarda serata di mercoledì hanno causato feriti e anche una vittima. Il primo episodio a Solaro, nel Milanese. Poco dopo le 23 fuori da un kebab di via Carlo Porta, in periferia, si sono affrontati un ganese di 46 anni e un marocchino di 43. Entrambi hanno precedenti penali per spaccio e reati contro il patrimonio. Il motivo della lite sarebbe il controllo dello smercio di droga nella zona. Ad avere la peggio il ganese, rimasto ucciso. L'altro straniero è in ospedale.

Entrambi gli uomini erano armati di coltello. Una pattuglia dei carabinieri di Desio, in servizio di controllo del territorio, ha trovato in una Golf il cadavere del 46enne con una profonda ferita al torace. L'uomo era al posto di guida e l'auto era andata a sbattere contro un albero in piazza San Pietro, poco lontano dal luogo della colluttazione. Secondo una prima ricostruzione, avrebbe cercato di fuggire o di raggiungere un ospedale dopo lo scontro, ma sarebbe sopravvissuto solo alcuni minuti. Il marocchino invece era ancora in via Porta, a terra. Aveva una brutta ferita all'addome e aveva perso molto sangue. Insieme ai militari è intervenuto il 118. Il ferito è stato portato in codice giallo all'ospedale di Garbagnate Milanese, dove è stato operato d'urgenza. Le sue condizioni sono gravi, ma non è in pericolo di vita. Resta piantonato in corsia. Uno dei coltelli è stato trovato e sequestrato vicino al kebab. I proprietari del locale sarebbero estranei ai fatti. Sull'episodio indagano i carabinieri del Nucleo investigativo di Monza e della compagnia di Desio. Molti gli aspetti da chiarire.

Sempre mercoledì, poco prima di mezzanotte questa volta a Milano, un'altra colluttazione. In piazza Prealpi, in zona Certosa, sono volati insulti tra un gruppo di ragazzi italiani, rimasti sconosciuti, e due giovani filippini. I militari del Nucleo radiomobile di Milano sono intervenuti dopo la segnalazione di un'accesa discussione. I filippini hanno raccontato di essere stati rimproverati dagli italiani per aver orinato in terra. Con uno degli italiani in particolare il diverbio è degenerato e c'è stata un'aggressione. I due stranieri sono scappati, ma prima uno dei due, un 21enne residente a Milano, è stato raggiunto da una coltellata sferrata dall'italiano. Ha riportato una ferita superficiale al torace. L'aggressore e i suoi amici sono riusciti a fuggire. Il ferito è stato soccorso e trasportato al Fatebenefratelli, dove è stato trattenuto in osservazione, non è in pericolo di vita. Le indagini sono condotte dal Radiomobile e dalla Stazione di Porta Sempione.

CBas

Commenti

Commenta anche tu