"Maglietta bianca in piazza per battere il terrorismo"

Maglietta bianca in piazza per battere il terrorismo
18 Giugno Giu 2017 18 giugno 2017

Lo chiedono gli organizzatori del concerto in Duomo Entrano in 23mila: «Ma non venite prima delle 12»

È sconsigliato arrivare troppo presto, ma entrano solo i primi 23.500. Si rischia l'assalto oggi in piazza Duomo. Sarà pacifico, organizzatori e forze dell'ordine faranno di tutto perché sia anche sicuro. Per l'edizione 2017 di «Radio Italia Live - Il concerto» è stato stabilito un numero massimo di persone ammesse oltre le transenne. Sono le nuove misure stabilite dopo i fatti di Manchester e Torino. Ma questa soglia è di certo bassa rispetto ai fan che vorranno esserci. Basti pensare che lo scorso anno erano - secondo gli organizzatori - in 100mila.

Ieri Radio Italia ha lanciato l'iniziativa «La musica è più forte» contro terrorismo e paura. E ha invitato gli ascoltatori e gli spettatori in piazza a indossare una maglietta bianca. «Noi ci siamo - dice il presidente e fondatore Mario Volanti - e vogliamo dare un segnale forte, positivo, di unione, di gioia e di condivisione. Ci piacerebbe che la piazza fosse bianca in segno di rispetto per tutti i recenti accadimenti ma anche per unirci tutti insieme ancora più degli anni scorsi. La musica è più forte, ci sarà sempre e sarà sempre e per tutti pace, purezza e libertà». Si comincia alle 19.45. Sul palco, accompagnati dall'Orchestra filarmonica italiana, Alessandra Amoroso, Benji e Fede, Andrea Bocelli, Emma, Francesco Gabbani, Giorgia, J-Ax e Fedez, Fiorella Mannoia, Nek, Samuel, Umberto Tozzi, i giovani Elodie e Lele, la star internazionale Anastacia. Conducono Luca e Paolo. Si accede attraverso nove varchi, con i controlli al metal detector di steward e forze dell'ordine. Borse e zaini verranno ispezionati. Non entrano lattine né bottiglie in vetro, sarà guerra agli abusivi. L'ingresso è gratuito, ci saranno due aree. La «A1», più vicina al palco, apre alle ore 12. La «A2», più arretrata e più ampia, alle 16. La zona riservata ai disabili sarà sul sagrato del Duomo. Inutile arrivare ore prima per mettersi in fila. In mattinata e nel primo pomeriggio la A1 e la A2 saranno una dopo l'altra svuotate e bonificate. L'ipotesi che la gente dietro le transenne sarà molto di più di quella ammessa è più che probabile. La speranza è che la pressione della folla non superi i limiti di sicurezza. Quest'anno non ci saranno neppure i maxi schermi nelle vicinanze. Nelle vie limitrofe sono previsti servizi di controllo per chi vorrà rimanere. «Ma - sottolinea l'assessore alla Sicurezza Carmela Rozza - invitiamo i cittadini a non assembrarsi. Chi vuole assistere al concerto arrivi per tempo. A chi non riesce verrà consigliato di tornare a casa». E vedere lo show in diretta tv, oltre che su Radio Italia Tv anche su Real Time (canale 31 del digitale terrestre) e su Nove. Per arrivare con i mezzi Atm: le metro M1 e M3 prolungano il servizio con ultime partenze dal centro all'1.10 circa. Dalle ore 15 la stazione di Duomo sarà chiusa e i treni non effettueranno la fermata. In superficie, a partire dalle ore 17, saranno chiuse le vie Torino, Mazzini, Dogana e Orefici. I tram 2, 3, 9, 12, 14, 15 e 16 quindi subiranno modifiche di percorso e rallentamenti.

Commenti

Commenta anche tu