Omicidio Loris, la lettera di Davide Stival per il compleanno del figlio

Omicidio Loris, la lettera di Davide Stival per il compleanno del figlio
19 Giugno Giu 2017 19 giugno 2017

Nelle parole dell'uomo tutta la disperazione per la morte del secondogenito, per il cui omicidio è stata condannata in primo grado la moglie Veronica

Sono passati ormai tre anni dalla morte del piccolo Loris e ieri, davanti a pochi parenti e amici, il papà ha letto una toccante lettera per augurare al figlio "buon compleanno".

Ieri il bambino, secondo i giudici di primo grado ucciso il 29 novembre 2014 dalla madre Veronica Panarello, avrebbe compiuto 11 anni. In un cerimonia intima al cimitero di Santa Croce Camerina, Davide Stival ha voluto ricordare il figlio. "Ciao Loris, oggi è il tuo undicesimo compleanno, il terzo senza di te - è l'inizio della lettera pubblicata per intero sulla pagina Facebook della trasmissione televisiva Quarto Grado - Il tuo innocente sorriso non meritava di essere strappato alla vita così ingiustamente, ma sei sempre nei nostri cuori, dove hai lasciato pensieri e ricordi indimenticabili. Quest'anno il tuo compleanno voglio immaginarlo felice, guardandoti al di là delle nuvole. Festeggerai questo giorno speciale insieme agli altri piccoli angeli che intoneranno per te una bellissima canzone di buon compleanno che vorrei tanto ascoltare. Anche quest'anno ti ho portato la tua amata torta di fiori. Non è uguale a quella che desiderano tutti gli altri bambini, ma è tua, solo tua".

Parole strazianti quelle di Davide Stival ma piene d'amore per quel figlio scomparso troppo presto. La ferita nel cuore del papà non si è ancora rimanginata ma Stival non smette di lottare per scoprire la verità. "Nei giorni più difficili e cupi sei stato tu a darmi la forza ed il coraggio per combattere silenziosamente questa battaglia, volta a darti la pace e la giustizia che meriti. Il tuo ricordo è sempre vivo e voglio pensarti e immaginarti grande, come lo sono diventati i tuoi cari compagni. Vivi nel mio cuore e in quello del tuo adorato fratellino. Tanti auguri Loris. Il tuo papà". Nessun accenno è fatto alla madre di Loris, Veronica Panarello, condannata in primo grado a 30 anni di reclusione.

Tags

Commenti

Commenta anche tu