Truffa dello specchietto: occhio al finto poliziotto

Truffa dello specchietto: occhio al finto poliziotto
19 Giugno Giu 2017 7 giorni fa

Un uomo di trent'anni di Garbagnate (Milano) faceva scattare la truffa dello specchietto fingendosi poliziotto. Arrestato e condannato

Quello dello specchietto può essere definito un trucco "classico" dei truffatori. Il meccanismo, ormai collaudato, è sempre quello: fingere di aver subito un danno (per l'appunto allo specchietto della propria auto) e costringere il malcapitato di turno a pagare una somma per evitare guai peggiori. Ora le cronache registrano una versione aggiornata di questa odiosa truffa. Il protagonista è un trentenne italiano, di Garbagnate (Milano), arrestato e condannato per tentata estorsione e violenza a pubblico ufficiale.

Vediamo come sono andate le cose: l'uomo si fingeva carabiniere o poliziotto e, a bordo della propria auto, una Bravo verde, guidava molto lentamente per farsi superare. Con precisione e tempismo proprio nella fase di sorpasso urtava la vettura per incolpare il conducente di avergli causato un danno. Con sé portava un finto distintivo e una boccetta con vernice, oltre ad un paio di sassi per simulare i danni. Scendeva dall'auto in modo aggressivo e, fingendo di far parte delle forze dell'ordine, minacciava di far togliere la patente e denunciare le sue vittime. Per ogni truffa chiedeva dai 50 ai 100 euro.

Pare che l’uomo abbia truffato almeno sette persone, ma potrebbe essere responsabile di almeno altri tre episodi.

Tags

Commenti

Commenta anche tu