Dalla palestra alla meditazione per il benessere in azienda

28 Giugno Giu 2017 28 giugno 2017

Ampia gamma di servizi. Al centro la qualità della vita

Iris Catarsi

Palestra, pilates e sessioni di running, ma anche mindfullness, la nuova meditazione antistress. Generali Italia offre ai suoi dipendenti un programma di wellness multidisciplinare con lo scopo di garantire un elevato benessere. L'ultima iniziativa in questo senso è stata lanciata proprio di recente: si chiama My Energy Journey ed è un percorso completo, con visite specialistiche periodiche (dal nutrizionista al dermatologo, passando per il fisiatra), per imparare a gestire e a migliorare le proprie energie. «Per Generali Italia salute e benessere dei dipendenti sono uno dei pilastri fondamentali per migliorare lo stile di vita di tutte le persone in azienda», spiega Gianluca Perin, direttore Hr e Organizzazione di Generali Italia. Nel campus di Mogliano Veneto, ad esempio, sono stati allestiti un centro medico per le visite diagnostiche e un centro fisioterapico. Ridisegnati anche un percorso di 2 chilometri per jogging e ginnastica, e aree dedicate agli esercizi fisici, ma anche zone relax e break.

«Essere la più grande compagnia assicurativa in Italia afferma Perin ci offre certamente una visione competente e completa dei temi e dei trend legati alla salute, alla previdenza e al welfare aziendale. Facciamo leva su quanto sviluppiamo per i nostri dipendenti avendo un approccio sinergico e customer centric (che pone il cliente al centro) che punta poi ad andare sul mercato con soluzioni mirate e specifiche sulla base di quanto abbiamo imparato dalla nostra esperienza interna. L'offerta di welfare aziendale proposta alle nostre persone è quanto di meglio possa offrire il mercato: Generali Italia interviene sulle 12 aree di welfare (identificate da Welfare Index PMI, che punta a diffondere la cultura del welfare tra le piccole e medie imprese) che rappresentano tutte le leve oggi a disposizione di un'azienda per migliorare la qualità della vita lavorativa e privata dei dipendenti. Molte soluzioni sono pensate per rispondere a specifiche esigenze individuali e non solo collettive: del resto i nostri dipendenti sono i nostri primi clienti e ambasciatori. Il modello di welfare di Generali Italia si presenta modulare perché è pensato per una realtà distribuita sull'intero territorio nazionale con esigenze differenti. «La nostra linea guida rimarca Perin è che tutto ciò che riusciamo a replicare deve essere fatto per tutte le sedi, diversamente dobbiamo pensare a quale sia la forma migliore per rispondere alle specifiche necessità. In alcune sedi abbiamo dei centri medici completi, mentre in altre sedi più piccole stiamo iniziando a sperimentare la telemedicina. Riteniamo, inoltre, che alcune iniziative possono essere implementate da realtà aziendali di diversi livelli e complessità dallo smart working ai programmi benessere» E proprio per il ruolo di grande realtà aziendale sul territorio nazionale Generali Italia intende continuare ad avere una voce da protagonista nella diffusione della conoscenza e della cultura del welfare.

Commenti

Commenta anche tu