Il Fisco ci rovina le vacanze: avvisi pure ad agosto

Il Fisco ci rovina le vacanze: avvisi pure ad agosto
12 Luglio Lug 2017 13 giorni fa

La tregua per agosto salterà. Commercialisti sul piede di guerra: "Dalle Entrate avvisi per le irregolarità sui redditi ad agosto"

Il Fisco non dà tregua nemmeno durante l'estate. Scordatevi le promesse da parte dell'Agenzia delle Entrate e da parte del governo che hanno fissato una sorta di stop alle contestazioni durante il periodo estivo e soprattutto ad agosto. Gli avvisi ci saranno e anche sotto l'ombrellone. Di fatto a lanciare l'allarme sono tutte le associazioni dei commercialisti (Adc, Aidc, Anc, Andoc, Unagraco, Ungdcec, Unico) che segnalano come sia quasi impossibile che la mano del Fisco resti ferma durante le ferie. Infatt arriveranno puntuali le contestazioni: "A partire dal prossimo 24 luglio l’Agenzia delle Entrate abbia reso noto che provvederà a comunicare agli intermediari (commercialisti) le irregolarità riscontrate nell’attività di trasmissione delle dichiarazioni fiscali relative all’anno 2013, attraverso il canale Entratel. Considerato che, di norma, il termine entro il quale occorre fornire chiarimenti di tale natura all’Agenzia, per evitare contestazioni e le conseguenti sanzioni, è di 30 giorni, è facile prevedere che i professionisti intermediari si troveranno alle prese con le richieste del Fisco nel pieno di quella che dovrebbe essere la tregua fiscale del mese di agosto". Le sigle ricordano inoltre che "come ogni anno, il mese di luglio concentra un susseguirsi di scadenze, tra le quali c’è anche quella legata all’invio del modello 770 ordinario e semplificato, adempimento che le Associazioni nazionali del coordinamento hanno più volte, nell’ambito delle loro proposte per una riorganizzazione del sistema fiscale, chiesto addirittura di eliminare per la sua inutilità, o quantomeno di spostarne la scadenza al 30 settembre, considerato che ciò non determina alcuna conseguenza sotto il profilo del gettito erariale". Le Associazioni dei commercialisti chiedono che sia disposto un provvedimento di proroga dell’adempimento dell’invio telematico del modello 770 al 30 settembre. Inoltre, che l’avvio dell’attività di segnalazione ai professionisti intermediari delle irregolarità nell’attività di trasmissione delle dichiarazioni fiscali dell’anno 2013, da parte dell’Agenzia delle Entrate, sia posticipata al mese di settembre. Ma è dfficile che arrivi la tregua...

Tags

Commenti

Commenta anche tu