Blackout a Linate carte d'imbarco a mano e vacanzieri in coda

14 Luglio Lug 2017 12 giorni fa

Si allaga un pozzetto della Telecom e la linea internet va in tilt per 5 ore

Cinque ore di caos ieri all'aeroporto di Linate. Dall'alba fino alle 11.30 circa è andato in tilt il sistema informatico dello scalo, con gravi disagi per i passeggeri in partenza. A provocare il «bug» come si è subito capito è stato l'allagamento di un pozzetto della Telecom in zona Novegro, l'acqua ha mandato in avaria la linea internet. Durante tutta la mattinata quindi come ha riferito Sea, la società che gestisce gli scali milanesi, le carte di imbarco sono state compilate a mano dagli addetti delle compagnie aeree (non tutte per fortuna sono rimaste colpite dal guasto) mentre si formavano lunghe file di famiglie in partenza per le vacanze con trolley e zaini. Quello che può essere considerato un inconveniente da gestire tutto sommato facilmente, con la carta d'imbarco scritta manualmente, assume ovviamente proporzioni macro a metà luglio, nel momento in cui si stanno già registrando i grandi movimenti per le vacanze estive. Anche l'imbarco dei bagagli è stato rallentato dai controlli eseguiti manualmente. ritardi più gravi si sono registrati a metà mattinata, quando ai voli turistici si sono sommati quelli dei viaggiatori per affari, e nel settore riservato ai voli intercontinentali.

Solo dopo cinque ore e mezza i sistemi informatici delle compagnie aeree hanno ripreso a funzionare e le operazioni di imbarco sono tornate alla normalità, anche il completo recupero degli orari sul tabellone delle partenze ha richiesto più tempo. Il Codacons non la fa passare liscia ai responsabili dello scalo e a Telecom. «A causa del blackout sono state decine le persone in fila ad aspettare il loro turno per fare il check-in, con ritardi medi di almeno trenta minuti per ogni singolo passeggero - denuncia l'associazione dei consumatori -. Si è dovuto attendere che i tecnici dell'azienda di telecomunicazioni aspirassero con delle pompe idrovore l'acqua che aveva invaso le centraline e si riattivasse la linea internet dell'aeroporto che è sottoterra. Ora vanno rimborsati tutti coloro che hanno subito dei ritardi». Per il Codacons si tratta d «una situazione inaccettabile, molte persone già pensavano ad andare in vacanza e invece si sono ritrovate all'alba a dover attendere minuti e minuti in coda per poter prendere l'aereo». E invita «tutti coloro che hanno subito un disagio a contattare l'associazione per sapere cosa fare per ottenere un rimborso». I numeri di telefono sono lo 02/29419096 oppure lo 02/29408196, l'indirizzo e-mail invece è info@codaconslombardia.it.

RC

Commenti

Commenta anche tu